esperti

Vorrei tanto tornare indietro e riprendere gli studi e non buttarmi nell’ignoto del mio futuro!…

Salve a tutti,
vi scrivo per sfogarmi un po e avere un aiuto…aiuto che so già che dovrà però venire solo da me! Ma ho bisogno di confrontarmi con qualcuno che sicuramente di esperienze già ne ha fatte..voi!
Ho 25 anni e tra 2 mesi circa mi laureo nella magistrale di psicologia clinica e della salute..dovrebbe essere una bella notizia ma non lo è per me!
Vorrei tanto tornare indietro e riprendere gli studi e non buttarmi nell’ignoto del mio futuro!
Ho davvero tanta paura, che mi porta in questo periodo ad avere un blocco, non riesco a portare a termine nulla, nemmeno la mia tesi, ho sempre un pensiero fisso di cosa farò, se ne è valsa la pena questi anni di studio, e se riuscirò a diventare ciò che desidero da tempo! In piu ci si mette la mia situazione sentimentale e familiare..
Ho un ragazzo che vive a treviso (per lavoro) e dei genitori calabresi molto tarati; ho già detto loro che il mio futuro non sarà giu in Calabria ma su con il mio ragazzo..e pare si siano rassegnati a ciò! Ma c’è da dire che come tutti sappiamo, è un periodo durissimo per le coppie, per il lavoro, per gli affitti, per tutto..
Ovviamente è più sensato che io vada a vivere dal mio ragazzo, cosichè ho un appoggio e poter iniziare un mio futuro..ma i miei non la vedono cosi, ho provato a parlare con mia madre, vorrebbe prendermi una casa nello stesso paese del mio boy….che senso ha? cioè preferiscono pagare 2 affitti solo per non dire che viviamo insieme per farci un futuro????
Sono tanto confusa, e credo che questa sia la paura più grande: dire i miei la mia scelta!!! Non voglio deludere nessuno ma nemmeno prenderli in giro, sono grande ormai!! Ma il solo fatto di dover parlare con loro mi blocca, sto male, fisicamente e non solo..mi sento soffocare! Ma so che devo prendere coraggio e renderli partecipi di ciò che ho/abbiamo pensato..ma sarò convinta che questo mi porterà alla rottura definitiva con i miei! Scusate lo sfogo..ma è veramente un brutto periodo,

Cara Valentina,
comprendiamo a pieno il tuo momento di crisi, fisiologico nel percorso di crescita di ogni giovane che si affaccia alla vita adulta e costellato dall’incertezza che caratterizza il periodo storico che attraversa il nostro Paese.
Ci sembra di capire che la confusione sia legata soprattutto alla conclusione di una fase della tua vita, che ti vede ancora studente, a casa, all’interno di un micro cosmo chiuso, ma rassicurante. Adesso le porte si stanno per aprire e l’uccellino deve scegliere se restare nel nido sicuro o spiccare il volo e planare lontano fino ai cieli di Treviso, sconosciuti e pieni di sorprese, dove costruire una nuova vita.
Come in ogni cosa, ci sono due lati della medaglia, per questo ti consigliamo di guardare anche l’aspetto positivo! Comincia per gradi, passo dopo passo, così la montagna ti sembrerà meno alta da scalare. Tra breve raggiungerai l’obiettivo della laurea, che ti ha visto impegnata per ben cinque lunghi anni; non dimenticare che non tutti ce la fanno ad arrivare fino alla fine, ci vogliono impegno, tenacia, perseveranza, capacità, forza e intraprendenza, caratteristiche che, evidentemente, ti appartengono. Finalmente potrai metterti alla prova dopo anni di studi, potrai riavvicinarti al tuo ragazzo, del quale sei dovuta stare lontano per realizzare i tuoi progetti, potrai diventare una persona autonoma, continuando a costruire il tuo futuro, come già stai facendo.
Lo scotto sarà lasciare la tua città e soprattutto la tua famiglia che, da ciò che dici, non è molto contenta della tua scelta. Purtroppo non è facile cambiare la mentalità dei propri genitori, alcune idee sono radicate e non sempre, per loro, è facile rapportarsi con la realtà di oggi, anche in relazione alla difficoltà pratica di riuscire a pagare un affitto da soli.
Capiamo che non sarà facile, ma ci devi provare, magari iniziando a spiegare le tue ragioni e cercando un compromesso che vada bene per entrambe le parti.
Fatti aiutare da qualcuno che abbia un’ascendente positivo sui tuoi, comincia a fare delle ipotesi, aiutali ad arrivare a capire cosa desideri, senza porti in una posizione di contrasto, ma rendendoli partecipi. Se ritieni che il tuo blocco sia troppo pesante da affrontare, visto che ti fa stare male anche fisicamente, puoi valutare l’opportunità di parlarne con un tuo "collega", che magari lavora come psicologo e potrà aiutarti a focalizzare le tue emozioni, a conoscere meglio il lavoro che vorresti intraprendere e a trovare le energie giuste per investire sul tuo futuro.
Siamo certi che sarai capace di far breccia nei cuori dei tuoi genitori, forse ci vorrà un po’ di tempo, ma vale la pena fare un tentativo per realizzare i tuoi sogni. se anche in un primo tempo ti sembrerà di sentirli lontani, quando ti vedranno decisa e serena cederanno, perchè comunque ti vogliono bene e questo dovrebbe sempre voler dire che vogliono il TUO bene, non quello che loro ritengono sia meglio!
Facci sapere come evolvono le cose e conta sempre sul nostro supporto.
In bocca al lupo per il tuo futuro!,Valentina, 25 anni,07-09-2012,Disagio emotivo e/o psicologico,futuro