esperti

Io ho avuto/ho un serio problema con l’autolesionismo…

Anonima, 17 anni,24-09-2014,Disagio emotivo e/o psicologico,Allora, la cosa è lunga e complicata da spiegare…oggi ho litigato con una mia amica perché il ragazzo che le piace ha detto una brutta cosa su di lei e io glielo sono andata a dire a lei, perché comunque mi sembrava giusto che lo sapesse. Lei però si è arrabbiata con me invece che con lui perché ha detto che non glielo dovevo dire. Dopo avermi fatto "la predica" ha tirato in ballo un suo """problema""" ossia il fatto che una volta ha provato a tagliarsi (il suo non è un vero problema, diciamo che l’aveva fatto per provare cosa che mi da ancora più fastidio) dicendo che poi non mi dovevo fare domande se provava a tagliarsi. Io mi sono inc..zata ancora di più e me ne sono andata. Non ci siamo più parlate, ho pensato che magari mi avrebbe scritto stasera e invece nulla. La cosa che mi fa più male è che io ho avuto/ho un serio problema con l’autolesionismo tanto che alla fine mia madre l’aveva scoperto perché le cicatrici sono molto evidenti. Ma questo non lo sa nessuno perché io tendo a tenermi tutto dentro. ho scritto qui perché mi serviva uno sfogo e scritto così magari sembra anche confusionario…grazie per "l’ascolto"
,

Cara Anonima,
a volte la sincerità non viene apprezzata perché fa male, non sapere fa vivere in un mondo d’inconsapevolezza che sicuramente è meno autentico ma più rassicurante.
Tu hai fatto ciò che ti sentivi e non devi colpevolizzarti, siamo certi che, una volta sbollita la rabbia, la tua amica capirà e avrete modo di chiarirvi.
Rispetto a te, sappiamo che il tuo è uno sfogo e che non vuoi una risposta da noi, ma non possiamo essere indifferenti su quanto hai detto.
Le cicatrici sono segni evidenti di una tua sofferenza che ci sembra di capire non è del tutto superata, ci rincuora sapere che tua madre ne abbia preso atto e che sicuramente ti stia aiutando a elaborare il tuo dolore. E’ così?
Se non hai già intrapreso un percorso individuale di sostegno, ti consigliamo di rivolgerti allo sportello d’ascolto della scuola, se presente, dove potrai trovare un professionista pronto ad accoglierti e a aiutarti a trovare la strada per stare meglio.
Facci sapere cosa ne pensi…
Un caro saluto!,cutting