esperti

Una mia amica ha cominciato a tagliarsi perché non le piace il suo corpo e inoltre le sembra di stare sprecando la sua vita…

Ho appena scoperto che una mia amica ha cominciato a tagliarsi, ciò accade da poco fortunatamente e la cosa anche se la fa sentire meglio subito e per poco, dopo la fa sentire mille volte peggio perché sa di sbagliare e che non dovrebbe farlo; infatti aveva paura a raccontarmelo. Mi ha spiegato anche il motivo per cui ha iniziato ovvero che da un po’ di tempo si fa schifo, anche se è davvero una bellissima ragazza, perché non le piace il suo corpo e inoltre le sembra di stare sprecando la sua vita, di vivere inutilmente una vita non sua. Tutto questo mi ha lasciata sconvolta perché io non mi ero accorta di niente pur essendo la mia migliore amica. Quello che le ho detto subito è di andare da uno specialista, ma il problema è che la sua famiglia non è in grado di gestire una cosa del genere e dirglielo peggiorerebbe solo la situazione anche perché lei non parla con i suoi genitori. Quello che vorrei fare è aiutarla, anche perché sono l’unica persona a saperlo, e vorrei mi deste qualche consiglio utile perché per ora quello che ho fatto è stato spiegarle cercando di farle capire che persona magnifica è, e poi le ho detto che le starò il più vicino possibile e che appena si sente anche solo un pochino male deve parlarne con me e insieme cerchiamo di superare questo brutto periodo che sta attraversando. Mi potreste dire se cè qualcos’altro che potrei fare,

Cara Anonima,
crediamo che tu stia già facendo molto per la tua amica. In questi casi è molto iportante sapere che c’è qualcuno su cui contare.
Hai fatto bene a consigliarle di parlare con uno specialista. Capiamo che non se la sente di parlarne con i genitori, ma magari può farlo con un altro adulto di cui si fida. Oppure potrebbe rivolgersi (qualora fosse presente) allo sportello d’ascolto della sua scuola, dove potrà trovare una persona competente in grado di darle un aiuto in forma gratuita e nel rispetto della privacy. Altro tentaivo che potete fare è rivolgervi al Cosultorio della vostra città. In genere nei Consultori c’è il Servizio di Tutela dell’Età Evolutiva, dove si può richiedre una consulenza psicologica.
Per il resto continua a starle vicina e a darle la possibilità di esprimere le sue preoccupazioni e la sua sofferenza, perchè così potrà allegerirsi senza avere bisogno di cercare nel dolore fisico un sostituto al dolore psicologico. Comunque, visto che sei molto giovane, ricordati sempre che tu per lei sei un’amica, non una terapeuta, e non puoi e non devi farti carico in modo eccessivo di questa situazione, perchè puoi arrivare fino ad un certo punto.
Ribadiamo che la cosa migliore da fare sarebbe trovare un adulto di fiducia che possa aiutarla e indirizzarla.
Facci sapere come procedono le cose.
Un caro saluto!,Anonima, 17 anni,29-09-2014,Disagio emotivo e/o psicologico,cutting