esperti

Beh alla fine sono riuscita a farlo cedere e almeno possiamo essere amici…

Cari esperti,
sono sempre io la ragazza che vi ha parlato del fatto che mi sono innamorata del mio migliore amico ma che lui non mi parlava più.
Beh alla fine sono riuscita a farlo cedere e almeno possiamo essere amici,o almeno cosi credevo..
Ieri è ripartito per Torino ma durante tutto il giorno abbiamo parlato tranquillamente, solo che verso sera lui dice che non ce la fa, il mio ritorno non va bene perchè è in uno stato d’ansia dovuto al fatto che lui mi ha sempre assecondato.
Io gli dico che non sono li a giudicarlo ma ad essergli amica e abbiamo chiuso di nuovo.
Però lui non me la conta giusta, io penso che abbia solo paura che io possa ferirlo solo che lui non parla chiaramente di ciò che prova.
Io vorrei lasciargli questo mese per riflettere e pensare e poi magari passato tutto questo tempo potrei raggiungerlo.
Voi cosa ne pensate? Che consigli mi dareste?
Grazie mille
,

Cara Cassandra,
ci incuriosisce che tu abbia usato la frase “sono riuscita a farlo cedere”, come se da parte tua ci fosse stato un pressing e che non ci sia stata una decisione da parte di questo ragazzo nata da una reale elaborazione dei fatti. Dargli tempo significa aspettare che lui si fidi di nuovo di te, aspettando con pazienza che gli torni la voglia di stare con te, o come amica o come ragazza. Se provi a ascoltare le sue parole lui pensa di averti sempre assecondato, quindi ha bisogno di riprendersi in mano la sua "libertà".
E’ fondamentale chiarirsi su cosa si vuole, sia tu che lui, e poi ti consigliamo di non piombargli a casa senza la sua volontà, lo potrebbe vivere come intrusivo.
In questo mese prova a farti sentire, con discrezione, senza aspettarti una risposta, piano piano qualcosa si smuoverà, se davvero tu lo vuoi.
Un caro saluto!
,Cassandra,05-02-2015,Relazioni di amicizia