esperti

Argomento:

Dovremmo cominciare una convivenza ma non ne sono più sicura…

Salve.
Sono fidanzata con un ragazzo da quasi tre anni. Un anno fa si è trasferito per lavoro a 500 km di distanza da me. Premetto che io sono una persona estremamente gelosa, ma da quando si è trasferito la situazione è peggiorata. Tempo fa trovo tra le sue amicizie di Facebook una ragazza che abita vicino all appartamento dove si è trasferito per lavoro. Gli ho chiesto chi fosse e perché l’avesse aggiunta e mi ha risposto che era stata lei ad inviare l’amicizia. Gli faccio rimuovere l’amicizia è finisce lì. Mesi dopo ritrovo la stessa tizia su Instagram tra le persone seguite. Mi infurio nuovamente, chiedo spiegazione e mi dice : lei mi aveva iniziato a seguire e io ho fatto altrettanto, solo che ora lei non mi segue più. Mah. Decido di fidarmi perché nonostante tutto gli voglio bene. Stasera a distanza di mesi ritrovo la stessa ragazza tra le ricerche fatte recentemente su Facebook. Il mondo mi è crollato addosso. Io sono una ragazza abbastanza carina, spesso mi chiamano per fare da modella in diverse sfilate, ma non capisco perché continui a cercare questa ragazza. E non cerca solo lei, anche altre, tra cui la sua ex e il suo attuale fidanzato. Non so cosa pensare. Lui ovviamente nega tutto. ” per me non significa nulla, sei tu che la pensi, per me non esiste ” ecc ecc. Dà la colpa a me se litighiamo in queste circostanze perché dovrei fidarmi di quello che mi dice e di quello che mi dimostra. Da quello che posso constatare lui lavora e torna a casa, quando ha dei giorni liberi dal lavoro lì passa a casa sua a parlare con me su Skype( anche se per tradire ci vogliono 5 minuti) …. Io però non so più se fidarmi sinceramente. È una cosa stupida ? Infantile ? O ho ragione ad essere arrabbiata? A settembre dovrei trasferirmi da lui ma non ne sono più sicura. Mi sento ferita. Cosa devo fare?.
Anonima

Cara Anonima,
gestire una relazione a distanza richiede sempre un impegno notevole poichè tutto ciò che solitamente risulta già complesso in una  comune relazione, come ad esempio la gelosia, viene amplificato dalla lontananza e dalla comunicazione spesso difficoltosa.
Quello che solitamente può essere chiarito attraverso un confronto faccia a faccia, in un rapporto dove non vi è questa possibilità, il risultato è quello di un’effetto a “lente di ingrandimento” , cioè ogni dubbio e ogni paura assumono una dimensione maggiore e spesso sostenere le tensioni che ne derivano diventa un’impresa ardua.
Immaginiamo che questo trasferimento abbia creato in te una vera e propria rivoluzione dove sono venuti meno i punti fermi rappresentati da questa importante relazione di cui ci parli. Allo stesso tempo pensiamo che anche per il tuo ragazzo non deve essere facile vivere distante da te ma anche da tutti i suoi amici e questo spesso può portare alla necessità di ricercare su facebook e sugli altri social networks amicizie vecchie e nuove.
Facebook ci offre la possibilità di entrare nelle vite altrui e “spiare” la quotidianità di amici e conoscenti. A volte la semplice curiosità ci porta ad utilizzare questo mezzo con leggerezza, come se sfogliassimo una rivista di gossip ma senza alcuna reale intenzione di agire tradimenti. Proprio per questo pensiamo che prima di dar peso a quello che emerge dalle tue ricerche dovresti confrontarti con il tuo ragazzo, spiegargli quali sono gli effetti della lontananza nella vostra relazione e cercare insieme una soluzione.
Tralaltro ci racconti che hai in programma di trasferirti da lui, portare avanti questo progetto potrebbe aiutarvi nel trovare una soluzione comune ed utile alla coppia che in teoria sta per affrontare un importante passaggio.
Interpretare in base alle personali preoccupazioni i movimenti altrui non aiuta la tua relazione e il continuo controllo alimenta questa resistenza nel dare fiducia.
Anche se apparentemente il tradimento ti sembra una minaccia sempre dietro l’angolo è vero che la fiducia implica un’accoglienza reciproca e questa costituisce il nutrimento affettivo fondamentale per la crescita di una coppia, soprattutto quando quest’ultima è costretta alla lontananza.
In ogni caso ti consigliamo il dialogo diretto, di persona, solo così potrai comprendere e far arrivare al tuo ragazzo quelli che sono i tuoi sentimenti.
 In merito a questo ti invitiamo a riflettere se non sia questo importante passaggio, la convivenza, a destare pensieri e preoccupazioni. Un cambiamento di questo tipo potrebbe facilmente generare uno stato ansioso in grado di mettere in discussione il rapporto stesso.
Speriamo di esserti stati d’aiuto, torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!