esperti

Argomento:

Ho problemi a chiedere ai miei genitori di andare a dormire a casa del mio ragazzo…

Ho riscontrato problemi a chiedere ai miei genitori di andare a dormire a casa sua al giorno del suo compleanno. In primo luogo da parte di mia madre che in primis mi ha subito detto "no" poi dopo mi ha chiesto se ci tenevo ad andare e allora ho risposto si, e di conseguenza mi ha detto di fare come volevo anche se la sua espressione facciale non era molto convincente.Alla mattina mio padre mi ha parlato dicendomi che mia madre sarebbe più contenta che io tornassi a casa e alla fine per non delurderla sono tornata a casa. Come posso riaffrontare questo argomento? perchè ho molta paura di un altro rifiuto da parte di mia madre inoltre io e il mio ragazzo siamo distanti 50 km e lo capisco sul fatto che insista molto su questo perchè non è facile trovare il tempo al pomeriggio tra studio e impegni sportivi.
 ,

Cara Giorgia,
da quello che ci racconti ci sembra di capire che tu stai vivendo un conflitto tra il bisogno di indipendenza (quello che ti porta a passare la notte fuori casa con il tuo ragazzo) e quello di sicurezza – dipendenza che invece ti porta a sentirti in colpa nei confronti dei tuoi genitori se fai una richiesta da adulta.
Questi sono passaggi importanti e hanno bisogno di tempo per essere maturati. Prova a domandarti quello che tu vuoi veramente, ci chiediamo se sei d’accordo con la richiesta del tuo ragazzo o se per te è ancora troppo presto; quali sono le tue paure nell’affrontare questo argomento con i tuoi genitori? Cosa comporterebbe un rifiuto? (tra l’altro ci sembra di capire che i tuoi genitori, alla fine, hanno lasciato a te la scelta). Prendi questa resistenza dei tuoi genitori come un occasione per riflettere sulle tue motivazioni, appena queste saranno mature vedrai che sarà più facile parlare con loro di questo argomento. E ricordati che in adolescenza a volte è giusto lottare per i propri desideri di indipendenza.
Speriamo di esserti stati di aiuto,
Se hai altri dubbi torna pure a scriverci.
Un caro saluto!
,Giorgia, 17 anni,07-04-2015,Relazioni familiari