esperti

Argomento:

Da più di un mese io e la ragazza abbiamo rotto, sono triste…

Salve cari esperti, vi scrivo in un periodo non particolarmente felice della mia vita. Da più di un mese io e la ragazza con cui sono stato fidanzato per 5 anni abbiamo rotto. Mi sento estremamente triste, a terra, non so se si possa parlare di depressione..ma questo sembra. Non riesco a trovare un singolo aspetto positivo della mia vita in questo periodo: non ho più una fidanzata, a casa i miei genitori non fanno nulla per creare un ambiente tranquillo e sereno e pensano solo a litigare, gli studi all’università vanno male probabilmente anche per questi problemi.
Tutte le mie giornate sembrano estremamente monotone, non faccio altro che pensare alla mia ex ragazza, a quello che abbiamo passato e recuperare tutti i nostri ricordi; nonostante provi a distrarmi durante la giornata arriva sempre quel momento in cui la mia testa e il mio cuore volano a lei, e mi viene da piangere.
Sono un ragazzo abbastanza timido che non supera facilmente le ferite; non riesco ad aprirmi totalmente ai miei genitori, ai miei familiari o ai miei amici. Mi sento solo, non compreso, nessuno riesce a darmi ciò di cui forse ho bisogno.
Non so che fare: voltare pagina è uno sforzo durissimo per me, e il mio cuore mi dice di provare in tutti i modi a riconquistare la mia ragazza (che era l’unica persona con cui riuscivo ad esprimermi) nonostante le probabilità di ricevere ulteriori delusioni siano altissime.
Grazie per il vostro supporto, a presto.
Alessio, 20 anni.


Caro Alessio,
capiamo che tu sia triste, ci fa piacere che tu abbia pensato di rivolgerti a noi in un momento così difficile e cercheremo di darti tutto il supporto che possiamo. Spesso, quando ci succede qualcosa di non piacevole, anche tutto il resto sembra assumere un significato diverso ed ogni cosa sembra appesantirci più di prima. Quando lasciamo andare una persona, per tante motivazioni, tendiamo a ricordare soprattutto i momenti belli e sicuramente il tempo dovrà avere il suo ruolo in tutto questo, ma spesso dalle rotture nascono le occasioni per la nostra persona affinché ci possa essere una rinascita, perché da quella profonda frattura possa entrare la luce che ti permetterà di vedere tutto con un po’ più di chiarezza, ed allora  anche quest’evento negativo potrà avere un significato costruttivo.
Recuperare i ricordi ti obbliga a stare continuamente nel passato, ne diventi quasi prigioniero, ti chiudi al mondo, agli altri e se anche ti dovessero dare quello di cui hai bisogno, probabilmente non riusciresti a vederlo. Il tempo farà il suo lavoro, ma tu cerca di stare il più possibile nel presente, di circondarti di persone che ti facevano stare bene anche prima, che ti davano tranquillità, non è necessario che ti apra con loro, basta la loro vicinanza e che tu senta che ci sono e se qualche volta ti viene da piangere lascia che ciò avvenga, per elaborare una perdita dobbiamo prenderci il tempo necessario anche per esprimere il dolore che comporta. Siamo sicuri che hai le risorse per affrontare questa fase difficile per motivi diversi, e ti renderai gradualmente conto che quello che ora sembra insuperabile diverrà sempre più gestibile.
Scrivici pure tutte le volte che vuoi.
Un caro saluto!