esperti

In sonno lo stavo masturbando…

Salve sono una ragazzo che ultimamente non sta molto bene intimamente, in quanto da molto tempo guardo materiale porno su internet e mi masturbo, la mia coscienza e veramente al limite è non riesco ad accettare la mia situazione, perché non vorrei essere ciò che sono diventato, l’ultima volta sono stato a casa da mio cugino e mi ha svegliato nel pieno della notte, dicendomi che in sonno lo stavo masturbando dalle mutande, non credo di essere gay e non penso che sono sonnambuolo, per favore aiutatemi!! ,

Caro Devis,
il periodo della pubertà è caratterizzato da grandi cambiamenti: alla maturazione fisica del corpo, che si prepara ad essere in modo più definito quello di un uomo, si accompagna anche una crescita emotiva ed affettiva. Di fatto il tuo corpo cresce e anche tu con lui. A volte i cambiamenti fisici sono repentini, altre volte invece sono graduali, per questo spesso in questo periodo si amplifica l’interesse per il proprio corpo, che si concretizza con l’esplorazione di questo "luogo".
La visione dei filmati pornografici ha la funzione di soddisfare la propria curiosità ed il desiderio di conoscenza, possono essere considerati una sorta di preparazione ai rapporti sessuali con un futuro partner. Il modo in cui si vivono tali momenti di scoperta a volte possono essere influenzati dall’educazione religiosa o dalla cultura famigliare, che talvolta tende a giudicare negativamente questi episodi di esplorazione. È comunque importante che la visione dei video non finisca per sostituire le relazioni reali, che hanno sempre un’importanza più elevata rispetto ai filmati. Inoltre rispetto all’episodio notturno con tuo cugino ti possiamo dire che in questo periodo è possibile che, nella ricerca di se stessi, si facciano anche esperienze differenti per quanto riguarda la sessualità. Alla tua età è difficile dare una definizione precisa d’identità sessuale, visto che l’adolescenza è un periodo di esplorazione e scoperta in cui si possono avere esperienze omosessuali senza poi fare una definitiva scelta in quel senso.
Ti invitiamo quindi a non essere troppo duro con te stesso, e a riflettere su come vivi e sperimenti i nuovi cambiamenti del tuo corpo. Inoltre, in questo periodo può essere utile confrontarti con un adulto di cui ti fidi, che conoscendo la tua storia ti può tranquillizzare sui cambiamenti che stai vivendo.
Se hai altri dubbi torna pure a scriverci.
Un caro saluto!
,Devis, 16 anni,05-06-2015,Disagio emotivo e/o psicologico,identità di genere