esperti

Argomento:

Credo di essere innamorata di lui, non so come dirglielo, mi vergogno E se mi rifiuta?…

C’è un ragazzo che ho conosciuto in seconda media, andavamo d’accordo, litigavamo, ci sfottevamo, ci odiavamo a periodi, c’è sempre stato qualcosa che non saprei definire…
Abbiamo fatto determinate cose che non avremmo dovuto fare, comunque io non riesco a dimenticarlo nonostante non ci vediamo più tutti i giorni da quasi due anni!
L’altra volta mi ha scritto per chiarire un fatto successo mesi fa ed ero felicissima anche se sono stata fredda, dopo non ci siamo più sentiti.
Ogni tanto lo becco in discoteca, ma non vado mai a salutarlo e non ho intenzione di farlo le prossime volte!
Le mie amiche mi consigliano di salutarlo magari quando sono un po’ brilla ma non mi sembra il caso, farei solo una brutta figura…
Credo di essere innamorata di lui, non so come dirglielo, mi vergogno, ho paura della sua reazione, di cosa potrebbe pensare. E soprattutto se mi rifiuta? Ci farei una bruttissima figura!
Penso sempre a lui, sarei più felice con lui accanto!!  ,Claudia, 15 anni,02-12-2015,Relazioni di coppia, 

Cara Claudia,
i primi amori sono per definizione quelli che ci fanno maggiormente penare, nascono il più delle volte da sentimenti fortemente contrastanti come il fastidio, l’antipatia, la rabbia, e che non ci fanno capire da subito davvero cosa proviamo.
Da quello che scrivi sembra che abbiate condiviso diverse esperienze, non sappiamo bene se siano state situazioni piacevoli o magari chissà anche legati alla trasgressione delle regole.
Se ora pensi di avere una maggiore consapevolezza dei tuoi sentimenti, nonostante la vergogna e il timore di fare un passo sbagliato, potresti procedere per gradi, ad esempio cominciando a tastare il terreno, puoi provare in qualche modo ad avere delle occasioni, dei momenti da condividere in modo da riscoprirvi, e capire se le emozioni che provi corrispondano a un interesse per come è lui ora nella sua quotidianità, siete in una fascia di età in cui la personalità è in continuo evolversi  e soggetta quindi a continui cambiamenti.
Conoscerlo a piccoli passi ora ti permetterebbe di esporti ma con le tue precauzioni e i tuoi tempi.
A volte capita che tendiamo ad idealizzare l’amore, altre volte invece tendiamo a prenderne le distanze per paura di sbagliare, di rovinare tutto, in fondo l’altro può deluderci, o forse io stessa posso non essere all’altezza di questo sentimento e rovinare tutto.
Per tutte queste ragioni spesso ci chiudiamo nelle nostre emozioni, troviamo le nostre risposte, forse quelle che fanno anche più comodo a noi, senza tenere conto poi davvero di cosa pensa l’ altro.
Ci sono stati dei momenti in cui vi siete ritrovati vicini, ma ci sembra di capire che invece il tuo istinto ti abbia portato ad evitarlo, probabilmente proprio per la paura di eventuali rifiuti, di fare la mossa sbagliata.
Ma quanto evitarlo ti permette di essere a riparo da tutte le delusioni?
Talvolta chiudersi troppo nell’orgoglio e nelle paure ci preclude delle possibilità.
Hai perfettamente ragione, potrebbero esserci delle delusioni, magari potresti anche fare una figuraccia ma a volte vale la pena mettersi in gioco; le delusioni non sempre sono distruttive, possono anche permetterci di capire meglio chi siamo, cosa vogliamo.
Magari potresti cominciare dalle piccole cose, un saluto, una chiacchiera di circostanza, secondo noi è importante anche che tu capisca se avete qualcosa che vi accomuna che potete di nuovo condividere insieme, oltre ai ricordi.
Non devi sentirti forzata o assumere atteggiamenti che non ti facciano sentire a tuo agio, siamo sicuri, che nonstante i tuoi timori, che sono del tutto naturali, troverai sicuramente tu i tempi e i mezzi giusti per esporti.
Facci sapere come procede, se ti va…
Un caro saluto!