esperti

Argomento:

Vorrei invitare ad uscire un ragazzo ma ho paura a fare io il primo passo…

Innanzitutto grazie mille per gli ottimi consigli!
Vi avevo già parlato del ragazzo che mi piace e voi mi avete giustamente consigliato di cominciare ad approcciarmi a lui piano piano…
In questi giorni vorrei invitarlo ad uscire, solo che mi vergogno tantissimo, ho paura di essere rifiutata, la cosa che mi blocca non è tanto come comportarmi con lui quando saremo insieme (se lo invito), ma il fatto che debba essere io a fare il primo passo, mi vergogno a chiedergli di uscire, potrebbe pensare: "ma cosa vuole ? È pazza?"
Potrebbe ridere di me, sfottermi, non ho paura di non piacergli esteticamente, ho paura di lui e di ciò che potrebbe pensare di alcune mie determinate azioni.
Ma io vorrei tanto passare i pomeriggi insieme a lui, fare le prime esperienze insieme, abbracciarlo, vorrei vederlo… Nella mia vita ora come ora non ho bisogno di un ragazzo, ma di lui.
Abita a due passi da casa mia, se fossi una con gli attributi, andare da lui anche ora. Ma ho paura di fare una figuraccia e di ciò che potrebbe pensare lui e magari anche i suoi amici e fratelli.,

Cara Claudia,
non è assolutamente facile fare il primo passo, proprio per tutti i motivi che hai elencato, la vergogna, la delusione, il fallimento, la derisione e il giudizio da parte degli altri. Capita spesso di aggiungere così tante aspettative sul primo passo che poi ci blocchiamo completamente perchè ne va della nostra reputazione.
Ci sembra di capire che abitate vicini, e chissà probabilmente avrete anche degli amici in comune. Se non te la senti di esporti in prima persona e fare una domanda diretta, magari potresti chiedere alle tue amiche se ti fanno da spalla. Non conosciamo il grado di confidenza che hai con questo ragazzo, ma magari se siete in gruppo potrebbe risultare più facile per te proporgli qualcosa, ad esempio ci viene in mente in questo periodo prefestivo che potrebbe accompagnarti a cercare dei regali di natale o una scusa del genere che ti permetta, in maniera più tranquilla di stare un po’ di tempo con lui.
Non fare il primo passo non vuol dire che non hai gli attributi, probabilmente non sei sicura nemmeno tu di questo passo, magari hai bisogno di capire meglio la situazione, capire meglio anche le sue reazioni e i suoi modi di fare. Spesso capita di innamorarsi proprio dei cosiddetti "belli e dannati" che inevitabilmente ci fanno soffrire.
Bisogna star bene in coppia, e a volte le nostre paure o le idealizzazioni ci portano ad affrettare il tutto o a scappare direttamente; invece prendere tempo ci serve proprio per capire in che direzione vogliamo andare.
Prendere del tempo non sempre è una rinuncia, o segno di vigliaccheria.
Non perderti d’animo, siamo sicuri che troverai il tuo modo per affrontare la faccenda nel modo più appropriato.
Facci sapere come va…
Un caro saluto!,Claudia, 15 anni,03-12-2015,Relazioni di coppia