esperti

Buongiorno, credo di avere un disturbo bipolare…

Buongiorno,
credo di avere un disturbo bipolare.
Ci sono momenti che credo che nessuno mi voglia bene, altre volte invece penso che la mia vita non potrebbe andare meglio di cosi.
E’ da un po’ di tempo che credo di avere questo disturbo e tutto è iniziato perché mio padre ha la stessa malattia e a volte mi ritrovo nei sui comportamenti, ad esempio il mal umore, mi innervosisco molto facilmente e quando sono nervosa urlo molto, oppure quando litigo con qualcuno penso sempre al peggio.
Sto con un uomo che ha 20 anni in più di me e ci amiamo moltissimo ma l’unico problema è che mi piace piacere ad altri uomini.
Che ne pensate? potrei avere la stessa malattia?
Grazie mille.,

Cara Roberta,
come capirai non è possibile, e oseremmo dire, nemmeno utile fare una diagnosi psicologica tramite messaggi di posta elettronica. Crediamo comunque che tu ci fai una domanda molto importante, che  richiede una risposta.
In linea generale è possibile affermare che nell’esperienza di ogni essere umano vi sono periodi in cui ci si sente sicuri di sé e altri in cui invece emergono ansie e insicurezze; momenti in cui si desidera stare con l’uomo che si ama per sempre e istanti in cui si immaginano fantasie rispetto ad altri uomini.
Tale ambivalenze convivono dentro la vita di ognuno.
Quando però questi sbalzi cominciano a rendere difficile o quasi impossibile il lavoro e la vita affettiva, è importante rivolgersi a medici  o psicologi specializzati per comprendere quale strada sia più giusta percorrere per risolvere il problema.
Ci scrivi che a tuo padre è stata fatta una diagnosi di disturbo di personalità, non sappiamo quale sia stato il percorso che vi ha portato a questa diagnosi, ma possiamo immaginare che non sia stato semplice. Allora forse prima di domandarti se anche tu hai lo stesso disturbo, è il caso di soffermarsi sul capire come hai vissuto questa diagnosi? Che idea hai del disagio di tuo padre? Come viene affrontato in famiglia?
Ti facciamo queste domande, in quanto crediamo che per te sia importante soffermarsi sulla tua esperienza personale interna, talvolta questi dubbi possono trovare una buona risposta in un luogo privato e personale come quello di un percorso terapeutico. Lì potresti comprendere meglio i tuoi modi di affrontare i problemi, la tua visione di vita di coppia, di affettività e vivere quanto più serenamente possibile la situazione famigliare e personale che stai affrontando.
Speriamo di averti dato degli spunti di riflessione,
Ti ringraziamo per la fiducia che hai riposto nel nostro servizio online.
Speriamo di esserti stati di aiuto.
In bocca a lupo!,Roberta, 19 anni,09-12-2015,Disagio emotivo e/o psicologico