esperti

Parlo da sola da quando ero molto piccola…

Salve… allora.. soffro d ansia sociale e di autolesionismo. Parlo sola da quando ero molto piccola. Prima avevo un amico immaginario , ora invece parlo come se di fronte a me ci fosse una persona ma in realtà sono sola. In più mi do delle risposte come se fosse quella persona a farmele. Non parlo solo ad alta voce ma anche nella mia mente e mi do sempre risposte. Certe volte la notte vedo mostri e in vari momenti anche se la luce è accesa mi sento osservata,mi sento sfiorare o afferrare. Odio i miei genitori nonostante per me fanno del bene e nella mia mente spesso immagino che li uccido , li tratto male e cose così. Oppure che faccio cio al mio ragazzo o amici.Cosa è  tutto questo Schizofrenia o cosa?

 ,

Cara Lulù,
da quello che ci scrivi ci sembra che tu stia vivendo una condizione di disagio significativa che genera in te preoccupazioni e paure.
Non deve essere semplice gestire questo stato d’ansia che ti accompagna quotidianamente.
Sembra essere così intenso da farti avere delle percezioni alterate della realtà come immagini terrifiche e sensazioni corporee angoscianti (essere sfiorata ed afferrata).
Inoltre ci parli di queste fantasie aggressive nei confronti delle persone vicine che, nonostante la  consapevolezza rispetto al fatto che siano frutto dell’immaginazione  possono destare sentimenti contrastanti in te.
Riteniamo importante, più che andare alla ricerca di una diagnosi, rivolgersi a qualcuno che possa aiutarti ad affrontare questo malessere in maniera completa poiché in questo spazio possiamo accoglierti ed indirizzarti verso alcune riflessioni ma non possiamo darti tutto lo spazio di cui necessiti.
Probabilmente la presenza di un amico immaginario e l’abitudine di parlare da sola può restituirti il grado di bisogno che hai di essere ascoltata e di  condividere le tue difficoltà trovando un sostegno all’esterno.
Proprio per questo ti suggeriamo di rivolgerti ad un professionista, come psicologo e psichiatra, presso un servizio pubblico come i consultorio di zona o uno studio privato.
Un percorso psicologico può aiutarti a comprendere meglio queste sensazioni spiacevoli restituendoti una maggiore serenità.
Speriamo di esserti stati d’aiuto; torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!

,Lulù, 17 anni,14-12-2015,Disagio emotivo e/o psicologico