esperti

Argomento:

Perché si tende a ricordare di più i momenti tristi che quelli felici?…

Salve,
ho una curiosità. Perché si tendono a ricordare di più i momenti tristi che quelli felici? E perché se qualcuno fa qualcosa di brutto automaticamente le cose belle vengono cancellate?
Per esempio i miei genitori sono separati e quando parlano del loro matrimonio ne parlano con amarezza e ricordando i momenti brutti, raramente li ho sentiti parlare bene l’uno dell’altra, nonostante siano stati insieme per tanti anni.
Grazie per la disponibilità.

Askyfullofstars, 15 anni


Cara Askyfullofstars,
non deve essere facile per te trovarti al centro di questo acceso conflitto che si è creato tra i tuoi genitori ed è normale cercare di comprendere le motivazioni di tali comportamenti.
Possiamo intanto dirti che non c’è un’unica spiegazione a tale fenomeno ma possiamo guardarlo da più angolazioni e fare solo delle ipotesi.
Innanzi tutto volendo analizzare l’intensità esperita nelle emozioni, anche se la gioia suscita uno stato intenso di benessere, il dolore e la rabbia riescono a volte a sovrastare ogni stato emotivo soprattutto quando si parla di una situazione che si sta vivendo nell’attualità e che coinvolge a pieno la propria vita.
E’ attraverso il dolore che spesso riusciamo a percepire a pieno la nostra vita e a rivalutare anche la nostra esistenza dando nuove proporzioni alle cose e agli eventi. Ti sarà sicuramente capitato di sentire la storia di alcune persone che, attraverso un evento molto doloroso hanno riscoperto proprio la gioia di vivere.
Insomma, un po come professava la trama di un famoso film di animazione Disney: non ci può essere un’emozione senza la presenza delle altre e probabilmente è proprio l’intensità positiva del sentimento che i tuoi genitori hanno provato reciprocamente ad averli portati ad avere poi quella “amarezza” di cui ci parli nel ricordare la loro vita passata.
Se fosse stata un’esperienza di poco conto probabilmente oggi non ci sarebbero i conflitti di cui ci racconti nella tua mail.
Inoltre, a volte la rabbia è un modo per tutelarsi dalla tristezza che una situazione può suscitare e, corazzandosi dietro a tali sentimenti, si riesce a far fronte a qualcosa che emotivamente è difficile da affrontare.
Speriamo di averti fornito spunti di riflessione validi; torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!