esperti

Argomento:

Sto frequentando un ragazzo maso che i miei genitori non approvano questa idea…

Salve
Recentemente ho cominciato a frequentare un ragazzo e mi ci trovo molto bene con lui. Però so che i miei genitori non approvano questa idea (soprattutto mio padre), e questo mi rattrista molto perché mi devo sentire sempre in colpa (ad esempio quando esco con lui mettendo la scusa di uscire con un’amica). Ancora non ne ho parlato direttamente con loro, ma vorrei farlo. Il fatto è che non so come aprire il discorso, quindi vi scrivo per chiedervi un consiglio. Grazie in anticipo!!

Cristina, 15 anni


Cara Cristina,
hai ragione, a volte può essere davvero difficile confrontarsi con i genitori, soprattutto in una fascia di età come la tua, dove si fa sempre più strada il bisogno di ricevere conferme da altri contesti e non più solo dai propri genitori o dalle persone che fanno parte del proprio nucleo familiare.
L’attenzione tende a rivolgersi al mondo fuori con l’obiettivo di affermare e costruire la propria personalità. C’è il bisogno di una maggiore autonomia, di sperimentarsi in diversi ruoli, e non ultimo i repentini cambiamenti corporei e l’amore risultano essere una grande scoperta, attraversando anche vissuti molto contraddittori.

Sicuramente in questo processo di affermazione non è facile per i genitori accettare l’idea che i figli non sono più bambini e che hanno bisogno di essere sostenuti in questo percorso di crescita con maggiore ascolto e fiducia. A volte ci si arrocca in atteggiamenti rigidi e chiusi perchè si ha paura di perdere un legame e di lasciar andare il figlio; si ha il compito di proteggere e di chiudere. Altre volte sembra che gli adulti faticano a contattare quella parte di passato in cui erano anche essi adolescenti mostrando difficoltà a sintonizzarsi con quelle emozioni e bisogni che caratterizzano l’adolescenza, ma magari una volta “tolta la ruggine” possono essere delle eccezionali e inaspettate guide.
Come mai pensi che non lo accetterebbero? E’successo già qualche episodio o sono tue paure? Hanno dei dubbi sul ragazzo con cui ti stai frequentando?…
Probabilmente non c’è un copione preciso né una tempistica giusta da seguire per poter parlare con loro, segui il tuo istinto e prova a raccontare quello di cui hai bisogno, rispecchiando magari anche i possibili timori che potrebbero avere i tuoi genitori.
Magari il tempo potrebbe essere un tuo utile alleato, se hanno modo di conoscere meglio il ragazzo e ti vedranno serena non potranno far altro che essere dalla tua parte. Oppure potresti inizialmente sondare il terreno con tua madre, e cercare insieme a lei il modo giusto per affrontare il discorso anche con tuo padre. Siamo sicuri che apprezzeranno la tua sincerità e il tuo essere responsabile.

Facci sapere come procede se ti va…
Un caro saluto!