esperti

Sono riuscita a consolare la mia amica che ha subito un lutto….

Salve! Sono sempre io Askyfullofstars. Oggi ho incontrato la mia amica e ovviamente era giù per quello che è successo. Inizialmente eravamo in silenzio, poi abbiamo iniziato a parlare delle solite cose. Ad un certo punto le ho chiesto se voleva parlare di quello che era successo il giorno prima, e lei mi ha risposto facendo il gesto del cosi e cosi. Ne abbiamo parlato un po e le ho chiesto se era uno dei suoi nonni a essere morto e lei è scoppiata a piangere. L’ho abbracciata e consolata. Dopo che è successo questo abbiamo iniziato a scherzare e a ridere. Sono contenta di essere riuscita a farla distrarre e ridere. Spero che con il passare del tempo si apra di più su questo argomento.

Askyfullofstars, 16 anni


Cara  Askyfullofstars,
riuscire a stare vicino ad un amico non è mai facile quando vi è una situazione di estremo dolore come quello sperimentato durante un lutto di una persona cara. Spesso vi è una chiusura e la persona si trova in una condizione di estrema fragilità emotiva. Per questo motivo è necessario procedere con estrema delicatezza aspettando e rispettando i tempi dell’altro. Spesso  in queste situazioni ci sentiamo di muoverci con molta calma, come se stessimo maneggiando un oggetto di cristallo che potrebbe, da un momento all’altro rompersi. Allo stesso tempo nel timore di non sapere come avvicinarci  a volte restiamo paralizzati dalla paura di commettere errori irrecuperabili. Ci sembra che in questa circostanza tu sia riuscita a trovare la giusta misura, attraverso un gesto spontaneo ma di grande delicatezza. Chiedere se vi era il desiderio di parlarne ha permesso alla tua amica di potersi sentire libera di condividere  il suo dolore nella misura in cui le era permesso emotivamente in quel momento.
Ci sembra anche importante che dopo un momento di condivisione della sofferenza ne sia seguito un altro di goliardia e spensieratezza come a ricordare che, anche se purtroppo siamo chiamati ad affrontare esperienze difficili, fortunatamente attraverso l’ironia si può andare avanti e continuare a sorridere.
Un caro saluto!