esperti

Mi rivolgo a voi perché ultimamente sogno spesso di dover salvare qualcuno da qualcosa (un divorzio, un omicidio, ecc) o di dover scoprire chi ha ucciso qualcuno…

Salve. Mi rivolgo a voi perché ultimamente sogno spesso di dover salvare qualcuno da qualcosa (un divorzio, un omicidio, ecc) o di dover scoprire chi ha ucciso qualcuno. Generalmente la vittima o comunque la persona di cui mi importa è una donna, che nel sogno è mia amica, anche se è un viso mai visto prima. Vi scrivo perché, oltre ad avere una quanto più possibile interpretazione dell’ultimo sogno, vorrei conoscere il vostro parere riguardo all’ansia e all’angoscia che caratterizza questi sogni e sapere se secondo voi è consigliato il sostegno di un medico! Questa notte ho sognato che un giovane medico dell’azienda sanitaria in cui lavora mio padre era un killer seriale. Io non conosco questa persona in realtà, ma nel sogno l’ho visto bene in viso. Il sogno inizia con me che guardo un film con i miei genitori. Il film è sul divorzio di due noti personaggi ed io continuo a desiderare di aiutare lei ad ottenere più soldi e lo dico a mia madre mentre apro enormi confezioni di surgelati e scopro che alcuni quadratini di cartone che sono disseminati per la stanza in aria, in realtà sono poggiati su una base… è un’illusione ottica e io ci rimango male. Così, delusa dai quadratini, lascio stare anche il problema del divorzio, perché tanto so che lui è un famoso cantante rock e a lei non toccherà un soldo ed io non posso farci nulla. Dopo di che mi ritrovo al cinema con degli amici(sempre gente che in realtà non conosco). Il punto è che anziché andare a vedere il film in sala, noi restiamo in un’anticamera a guardare il film gratis ad un televisore su un divano grande. Sembra di essere a casa. Mi rendo conto della situazione solo quando arriva una coppia adulta ben vestita che chiede dove si trova il cinema e salgono da una scaletta piccola e buia e scompaiono via. Nel film che sto guardando c’è un medico serial killer che stupra delle ragazzine e poi, con la scusa di un’operazione le uccide con il bisturi e gli altri strumenti che si usano per le operazioni chirurgiche. Ad un tratto tutto diventa reale. Corro da mio padre che è al lavoro e gli dico tutto del medico. Lui mi risponde che anche se ci sono delle prove se non lo prendono sul fatto, non possono arrestarlo. Io sono disperata anche perché so di non essere la sua vittima ideale e non so come fare per beccarlo sul fatto. A questo punto il sogno diventa un po’ confuso. Tutto l’ospedale è come un enorme castello dalla forma a spirale e perdersi è facile. All’improvviso sto parlando con alcune ragazze del medico. Del fatto che certamente sappiamo che farà qualcosa nelle segrete del castello dove ci sono le prigioni femminili, ma non sappiamo come muoverci e cominciamo a leggere moltissimi libri da un’immensa libreria, ma non risolviamo nulla. Finché un ragazzo che è con noi non legge da un sottilissimo libriccino le caratteristiche della vittima ideale del killer. A quel punto tutti pensiamo a Giuly (anche questa persona non la conosco in realtà) che si trova nella prigione e corriamo a cercarla urlando. Io urlo tantissimo, incurante del fatto che questo potrebbe avvertire il killer. Ma in realtà voglio solo che non le faccia del male, non mi importa se scappa via sentendomi. Quando arriviamo in una cella di pietra buia semiaperta scorgo il corpo di lei nudo sotto la cinta e piango. Poi scopriamo che è ancora viva. Corro da mio padre a raccontare tutto e lui dice che lo sa che è stato il medico anche questa volta, ma che se non lo vedono con i ferri in mano mentre la uccide non possono arrestarlo. Questa volta non mi dispero. Lasciamo Giuly lì per terra e andiamo via perché il medico si sta preparando per l’operazione e non dobbiamo farci vedere. Quando andiamo via vedo un sorriso sul viso insanguinato di Giuly e mi sento tanto inutile. Questa sensazione aumenta quando risalgo sul tetto del castello e i due signori del cinema escono e mi guardano male. Credo che fossero i genitori di Giuly. Mi sono svegliata con un angoscia immane!,

Cara Anonima,
in effetti il tuo sogno è davvero angosciante! Ma non ti spaventare troppo, nei sogni niente è come sembra!
Quando sogniamo è come se delle parti nascoste o inconsapevoli della nostra personalità ci stessero dicendo qualcosa, ma per farlo si devono "mascherare".
Questo sogno è davvero complesso ed è impossibile analizzarlo in ogni sua parte perchè non conosciamo nulla sua tua storia personale.
In generale, gli elementi ricorrenti del sogno (divorzio, omicidio, etc…) indicano la fine di qualcosa, una rottura una separazione e tu sei chiamata ad evitare che accada.
Ci viene da pensare che c’è qualcosa nella tua vita che si sta concludendo, ma che tu non vuoi che finisca.
Il fatto che ci sia un mostro (tra l’altro uomo è medico, altra figua che dovrebbe salvare e non uccidere) che arriva nella profondità della tua anima (segrete del castello), ci fa pensare che ti senti inquieta e minacciata proprio nella tua parte più femminile (sensibilità, emotività, accudimento) da un pericolo che assume connotazioni maschili (stabilità, regole, protezione).
Ci rendiamo conto che può sembrare tutto confuso, ma in questo contesto possiamo fare solo un’interpretazione sui simboli presenti nel sogno.
Se ti va puoi tornare a scriverci e fornirci altre informazioni; saluti!,Anonima,17-09-2010,Sogni-Il mondo interiore