esperti

Mi sento una fallita in confronto alla sua ex, ho paura che il mio ragazzo possa fare dei paragoni…

Salve cari esperti,
è abbastanza strano per me scrivervi di ciò che mi passa per la testa, ma devo dire che questo è un periodo un po’ strano per me… e ho bisogno di poterne parlare con qualcuno… Premetto che il 10 novembre mi laureo in Scienze psicologiche, e dovrei essere stracontenta direte, be no!! ho un pensiero fisso e stupido allo stesso tempo… 7 mesi fa ho iniziato una storia con 1 ragazzo..bravo ragazzo..e anche se tra alti e bassi posso dire di stare bene..ma c’è un piccolo problema, come tutti anche lui ha avuto una storia lunga alle spalle di 3 anni, e la sua ex (l’ho saputo involontariamente), si è laureata con 110.. io purtroppo ho avuto 1 altro percorso..vuoi per la difficoltà dell’università, vuoi per aver accettato dei voti "bassi" di esami quasi impossibili… partirò da un titolo di laurea di 92..e massimo che posso aspirare è 98 ma non credo mi diano tanto..detto questo vi chiederete che c’entra? be mi sento una fallita in confronto alla sua ex, ho paura che il mio ragazzo possa fare dei paragoni, ho paura di sembrare meno intelligente rispetto a lei… lo so, non è il voto che conta ma non riesco a vivere questo giorno con serenità ma anzi per me sembra una tortura… forse perchè sono un tipo che è molto severo con se stesso..ma spero non arrivi mai questo giorno!! uff,

Cara Anonima,
capiamo il tuo stato d’animo, è facile cadere nell’errore di fare paragoni con gli ex, sembra che ci sia sempre un fantasma con cui bisogna fare i conti!
Nel caso specifico, il timore che tu sia "inferiore" all’ex del tuo ragazzo nasce probabilmente da una tua insicurezza e da una tua proiezione, dal momento che lui non fa confronti e ha deciso di stare con te.
Una persona non può essere valutata solo per il voto di laurea, siamo certi che hai mille altre qualità e che il tuo ragazzo lo sappia bene.
Ad ogni modo, la laurea è sempre un traguardo, a prescindere dal voto, ed è solo il punto di partenza, quello che conta è l’impegno e la dedizione che metterai in campo nel momento che inizierai la tua professione.
Prova a parlarne con il tuo ragazzo e guarda bene dentro di te, se tu per prima riesci ad andare oltre vivrai il giorno della laurea con grande gioia, come è giusto che sia.
Ci vorremmo soffermare sulla tua frase "sono un tipo che è molto severo con se stesso". Crediamo che questo sia un elemento molto importante che sta alla base del tuo senso di inadeguatezza. Questo modo di rapportarti con te stessa probabilmente ti porterà spesso a sentirti inadeguata e potrebbe succedere in altre situazioni dopo la laurea. Forse è su questo che dovresti riflettere, e dovresti iniziare a fidarti di più delle persone che ti stanno vicino, che ti stimano e che hanno scelto di stare con te!
Noi ti facciamo un grande in bocca al lupo per il tuo futuro e restiamo a tua disposizione per altre riflessioni e confronti. Cari saluti!,Anonima,05-11-2010,Disagio emotivo e/o psicologico,autostima bassa