esperti

Piango spesso. A volte bastano cose insignificanti a farmi crollare…

Buongiorno, ho un problema piuttosto difficile da spiegare.
Partiamo dalle origini. Fin dall’asilo ho sempre avuto poche amiche, le altre bambine non badavano molto a me, ed ero spesso vittima di prese in giro. Questa situazione è finita alle elementari, poiché sono andata in una scuola media completamente nuova, e li mi sono trovata bene. Sul mio aspetto fisico non ci sono mai stati molti problemi, in quanto mi hanno sempre considerata quasi tutti una bella ragazza. Io personalmente, non mi vedo per niente bella. Anzi, vorrei sempre piacere a tutti almeno fisicamente, e per questo perdo molto tempo a farmi bella. Alle medie, pur non avendo comunque molti amici a causa del mio carattere piuttosto duro ed arrogante in pubblico, sono riuscita a trovare amiche con cui stavo bene, peró, in tutti questi anni, non ho mai smesso di stare male. Il motivo? Non lo so.
Ogni giorno mi sento sempre più sola, mi sento diversa, sento di percepire le cose in modo diverso rispetto agli altri. Sento di non condividere quasi mai le opinioni altrui, di avere un modo di ragionare totalmente differente e la sensazione di essere sola non mi ha mai abbandonata. Piango spesso, quando sono a letto da sola. A volte bastano cose insignificanti a farmi crollare, mi sento come sul fondo del mare ormai da anni, e non sono capace di risalire. A volte riesco ad essere ‘normale’ e ‘felice’ quando sono con gli altri ad esempio alle feste, ma in genere, dopo aver avuto qualche attimo felice, ricado ancora più a fondo di prima, e mi sento ancora più triste, senza un motivo principale.
La notte non ho problemi a dormire, dormo sempre 8 ore, ma durante la giornata ho sempre tantissimo sonno, così tanto da dover dormire sempre almeno due ore al pomeriggio. I miei genitori sanno che sono ‘diversa’, sanno che fuori sono dura e dentro crollo subito, gli rispondo sempre male e odio dargli ragione. Potrei essere depressa? Ho provato ad informarmi e i sintomi sembrano più o meno quelli. Non ce la faccio più a sentirmi così STRANA è così SOLA. Ho bisogno di un consiglio. Grazie in anticipo.

Martina, 14 anni



Carissima Martina,

quella che scrivi è una riflessione matura e attenta, su te stessa e sul modo in cui percepisci il mondo, e alla tua età non è per nulla scontato, quindi intanto complimenti! Sei in una fase evolutiva importante, in cui la tua personalità si va definendo e impreziosendo di aspetti nuovi e inizialmente sconosciuti; talvolta questo percorso passa da momenti di solitudine e riflessione, la solitudine in parte ha anche una valenza positiva perchè è da lì che si sviluppa la propria creatività e la curiosità di esplorare il proprio mondo interno. Ci colpisce la tua affermazione rispetto al tuo carattere che definisci “duro” all’esterno e invece sensibile nella tua intimità, come mai senti di esprimere aspetti “arroganti” in pubblico? Hai provato a riflettere su questo?
Da quanto racconti emerge che nonostante questo malessere che senti sei stata capace di cercare e trovare delle amicizie sei capace di belle riflessioni, ti possiamo suggerire di focalizzare le tue risorse e partire da quelle. Talvolta può essere utile avere un diario personale, dove scrivere le proprie riflessioni e impressioni, rileggersi può essere importante per capire come si evolvono situazioni e pensieri. Hai provato a parlare di come ti senti ad un adulto di cui ti fidi? i genitori in questo possono essere delle risorse importanti; trova il momento migliore in cui ti senti rilassata e pronta per parlarne. 
Rispetto alla depressione, è chiaro che una diagnosi non può essere fatta via email e nemmeno leggendo i sintomi su internet, la realtà di individuo è molto più complessa e non si riduce in un elenco di comportamenti.
Prova a scrivere e parlare con persone vicine, e confrontandoti con loro puoi valutare se consultare un esperto per schiarirti le idee e trasformare le tue preoccupazioni in risorse.
Speriamo di averti dato degli spunti di riflessione utili, torna a scriverci se hai altri dubbi.
Un caro saluto!