esperti

Argomento:

Sembrava che avessi incontrato una persona carina e gentile con cui iniziare qualcosa…

Carissimi,
sono sempre io "a rapporto" e non so se ora vi ricordate tutta la mia storia.:-)
Eliminati flick e flock, ora sembrava che avessi incontrato una persona carina e gentile con cui iniziare qualcosa, ci stiamo frequentando da un mese e siamo diversi in tutto, ambito lavorativo, interessi, modi di pensare, eppure c’è qualcosa di questo ragazzo qui che dopo due anni da che mi sono lasciata col mio ex tocca corde delle mie emozioni.
Tuttavia, il mio ex è la mia ossessione, me lo sogno la notte, perché anche se razionalmente sono convinta di essermi "salvata" da una vita infelice con lui, lo considero sempre un po’ il mio principe azzurro, solo che tanto azzurro non era altrimenti non ci saremmo lasciati… mi rendo conto di averlo idealizzato, ma l’ho sempre tenuto su un piedistallo, (anche se continuo a fare sogni romantici che lui torni etc.). Provo nausea e rabbia al pensiero che lui abbia scelto il suo lavoro, il suo entourage di collaboratori e che magari ora sia felice con un’altra quando diceva che con me voleva una famiglia, talvolta controllo anche cosa fa e cosa non fa col lavoro (siamo nello stesso ambito) visto che poi ci siamo lasciati più che altro perché lui voleva essere l’uomo in carriera con donna-ombra al seguito e io non ce la facevo a votarmi a lui così.
Torniamo a questo ragazzo che da un mese frequento… ecco abbiamo avuto la prima vera discussione, perché io ho i miei muri, ma anche lui i suoi: ancora non ci siamo raccontati le nostre storie reciproche, ma posso intuire che la sua non sia poi tanto diversa dalla mia, voglio dire che anche lui esce da una situazione che ora lo fa stare chiuso.
Ci incontreremo mai?
Io penso che non ho molto futuro con questo ragazzo e so che forse è anche perché non sono nelle condizioni di rimettermi ad affrontare il lavoro di un rapporto… e su queste premesse vorrei lasciarlo ora prima di affezionarmici troppo e soffrire dopo, però -d’altro lato- ha toccato qualcosa dentro di me… anche se ora mi ha deluso perché speravo in due braccia grandi a coccolarmi dopo le mie tante ferite e invece ho trovato anche in lui, che all’inizio sembrava tanto dolce e comprensivo, muraglie e paure grandi forse quanto le mie…
Sono confusa.,

Cara Sara,
ci fa piacere avere tue notizie.
Ci sembra che, se hai chiuso le due relazioni un po’ confuse che avevi prima, hai già fatto un passo significativo per cercare di recuperare un po’ di equilibrio.
Da quello che ci scrivi, capiamo che questo nuovo ragazzo che stai frequentando ti interessa, ma sembri un po’ frenata probabilmente per le esperienze precedenti e per questo "legame" che senti di avere ancora con il tuo ex.
Possiamo dirti che è abbastanza frequente che rimanga un pensiero latente, che ogni tanto si ripropone, legato alle relazioni significative, e ogni volta che ci vengono in mente proviamo una serie di emozioni che sono in grado di creare confusione e disagio nella nostra vita.
Questo però non sempre significa che siamo ancora innamorati del nostro ex. Sicuramente rimane un legame molto profondo, che però va distinto dall’amore, e col quale probabilmente bisogna imparare a convivere, perchè sono ricordi che continuano sempre a far parte di noi.
Detto questo, la rabbia che dici di provare quando pensi al comportamento del tuo ex, probabilmente deriva dall’impotenza e dall’incapacità di potersi esprimere ed
entrare in contatto attivo con lui. La rabbia, tuttavia, può ostacolare un po’ la separazione, perchè non consente un autentico "distacco", che comunque include il portarsi dentro delle parti della relazione e quindi dell’altro.
L’amore, per sua natura, tende al cambiamento e quindi anche a finire. Forse è più esatto affermare che quello che permane nel tempo è il desiderio di amare, mentre può cambiare l’oggetto di questo sentimento.
Quindi sarebbe utile che tu potessi lavorare su questi sentimenti di rabbia che continui a nutrire per il tuo ex e cercare di elaborarli alla luce delle riflessioni che ti hanno portato ad allontanarti da lui.
Per quanto riguarda, invece, il nuovo ragazzo che stai frequentando, il fatto che abbiate interessi e modi di vedere le cose diversi, non significa che siate inconciliabili. Il rapporto con l’altro proprio nella mutevolezza, a volte nella imprevedibilità, può costituirsi comunque come rapporto vero e reale tra due soggetti che fondano la loro intimità su di un progetto comune.
In un equilibrio ideale una persona deve essere in grado di concentrarsi su se stessa, ed essere allo stesso tempo disponibile nei confronti dell’altro.
Frequenti questo ragazzo solo da un mese, forse avete bisogno di più tempo per valutare se è possibile costruire qualcosa insieme. Valuta la possibilità di concedervi un po’ più di tempo, durante il quale aprirti in modo autentico, soprattutto rispetto ai tuoi bisogni all’interno di una relazione. Se le vostre necessità e i vostri sentimenti reciproci non dovessero trovare delle complementarità, allora avrai più strumenti sui quali basare la tua decisione.
Continua, se vuoi, a raccontarci di te e ricordati che puoi sempre contare sul nostro supporto!
Cari saluti!,Sara, 30 anni,14-01-2009,Relazioni di coppia