Impressionisti a Roma

1- Il 28 ottobre le maestre ci hanno portato a vedere la mostra degli Impressionisti.
Ci abbiamo messo molto prima di arrivare, ma alla fine siamo entrati .
Non so se c’era un quadro che mi ha colpito molto, alla fine ci ha dato i biglietti per rientrare.
Diego, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

2- Con la mia classe e la classe 3 A siamo andati mercoledì 28 ottobre 2015 a vedere la mostra di quadri degli Impressionisti.
La mia maestra Sofia ci aveva fatto fare dei lavoretti con la pittura e ci aveva detto di usare la tecnica delle ditate.
Quando abbiamo visto i quadri della mostra, la guida ci ha fatto vedere dei quadri proprio come ci aveva detto la maestra.
I pittori dipingevano i paesaggi mentre li guardavano e quando tornavano a casa li finivano.
Mi è piaciuta la mostra perchè i colori erano bellissimi.
Chiara, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

3- Mercoledì 28/10/2015 sono andata al museo Vittoriano per vedere i quadri degli Impressionisti.
La guida ci ha spiegato come riconoscere i quadri degli Impressionisti rispetto ai pittori non Impressionisti.
Gli Impressionisti usano i colori chiari, calcano il colore cioè passano il colore più volte sullo stesso punto e dipingono il mondo come lo vedono loro.
Ad esempio, c’era un quadro che ritraeva una signora con una bambina in braccio e dietro il padre che lavorava.
Mi ricordo alcuni nomi di pittori Impressionisti:Manet, Monet, Cezanne, Gauguin e Van Gogh.
Mi è piaciuta tanto la mostra.
Elisa R. 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

4- Il 28 ottobre siamo andati al museo a vedere i quadri .
Quando siamo arrivati al museo abbiamo fatto subito merenda, subito dopo ci siamo messi seduti sopra un muretto per riposare un pò.
Poi abbiamo incontrato una guida che si chiamava Claudia che ci ha accompagnato per tutto il giro del museo.
Ci ha portato in una sala e ci ha fatto molte domande, ad esempio ” Quanto ci mettevano le persone a dipingere un quadro”.
Quello che mi è piaciuto di più era una donna davanti ad una porta e quello con una bambina con la sua mamma.
Najlaa, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

5- Il giorno 28 ottobre siamo andati al museo degli Impressionisti.
La nostra guida ci ha insegnato molte cose su di essi: ci ha insegnato che gli Impressionisti dipingono usando i colori chiari e che hanno fatto una specie di rivoluzione nella pittura .
Loro volevano dipingere facendo vedere le pennellate e dipingevano la realtà cioè ritraendo ciò che era brutto, brutto e ciò che era bello, bello.
Invece questo tipo di dipinto ai professori dell’Accademia non piaceva perché loro volevano che tracciassero prima il disegno con il colore dando l’effetto del piatto.
Alcuni Impressionisti come Renoir erano poveri e si facevano ospitare dagli altri Impressionisti e si compravano le opere a vicenda per farsi i soldi.
Abbiamo visto anche un quadro di un amico di Renoir che aveva ritratto il proprio studio di pittura e allo studio che aveva dipinto c’era un quadro del suo amico Renoir.
Invece, Manet ha dipinto un quadro per la sua fidanzata, però Manet non voleva che lei scoprisse che l’amava.
Infatti, ha fatto questo quadro con lei e altre persone, però si capisce chi è la fidanzata perché è più dettagliata.
I quadri sono stati bellissimi, la guida ci ha raccontato molte cose e a me questa gita è piaciuta molto.
Francesca, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

6- Al museo D’Orsay del Vittoriano c’è la mostra sugli Impressionisti.
Ci sono molti quadri di tanti Impressionisti come Manet, Monet, Bazille e Renoir.
All’inizio non furono apprezzati perchè il modo do dipingere era tutto pasticciato.
Dipingevano così perché volevano bloccare l’immagine di quell’attimo: per loro tutte le cose cambiavano con il passare del tempo.
Mi è piaciuto molto il quadro della ” Bambina col gatto” di Renoir.
Sembra che la bambina è triste e il gatto cerca di consolarla.
E’ stata una bellissima esperienza visitare questo museo.
Manuel, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

7- Questa mattina io e la mia classe siamo andati in gita al museo Vittoriano.
Quando siamo arrivati al Vittoriano una signorina ci ha fatto da guida.
Siamo andati in aula, la signorina ci ha spiegato alcuni pittori Impressionisti del museo che si chiamavano Monet, Manet e Renoir.
A me è piaciuto un quadro con due signore, un cane sotto la sedia e un uomo accanto alla porta del balcone.
A me sono piaciuti i quadri perchè erano pieni di colori meravigliosi.
Io e la mia classe ci siamo divertiti e dopo è arrivato il pullman che ci ha riportato a scuola.
Viviana, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

8- Il giorno della gita, sul pullman siamo andati insieme alla 3A.
Appena scesi dal pullman siamo andati davanti al museo a fare merenda.
Finita la merenda siamo andati a vedere alcuni resti antichi di Roma.
Quando siamo entrati nel museo, abbiamo visto tanti quadri .
La guida turistica ci ha fatto vedere dei quadri di Impressionisti che si chiamano Renoir, Monet, Manet.
Renoir era povero quando pitturava.
Un giorno Renoir ha fatto vedere a Manet un quadro.
Manet ospitò Renoir per due anni a casa sua.
La guida turistica ci ha fatto vedere una scultura di Renoir.
Infine ci ha raccontato che la fidanzata di Renoir si era messa con il fratello di Renoir.
Leonardo, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

9- Il giorno, che non mi ricordo che giorno era, siamo andati a vedere i quadri degli Impressionisti.
Il capo del museo ha mandato una guida per noi .
Dopo un pò siamo arrivati in una stanza e la guida ci ha chiesto : sapete quali sono i nomi degli Impressionisti famosi ?
Abbiamo risposto di sì.
Maria Chiara ha detto Van Gogh, ma la guida ha detto : siamo troppo avanti nel tempo.
Poi Cristina ha detto Leonardo da Vinci e la guida ha detto “…troppo indietro”.
Elisa C. 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

10- Oggi abbiamo fatto una gita al Museo Vittoriano .
C’erano tantissimi quadri e tante sculture.
La nostra accompagnatrice si chiama Claudia.
Era molto brava a spiegarci l’importanza dei quadri e molto simpatica.
Con Claudia abbiamo passato tre fasi: la prima non me la ricordo, la seconda era la fase dei bambini e la terza quella della bellezza.
Al museo ci ha portato un grande autobus.
Abbiamo fatto un giretto per Roma e subito siamo entrati nel museo.
Claudia ci ha fatto vedere i quadri di Manet. Alcuni erano belli e alcuni un pò bruttini.
Abbiamo visto anche una scultura che rappresentava una ballerina .
Però dopo siamo dovuti andare via.
Sofia, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

11- Oggi sono andata al museo .
Ho visto dei quadri di Monet.
Abbiamo camminato tanto, ma comunque mi sono divertita tanto.
Quando siamo andati dentro al museo ci ha accompagnato Claudia e ci ha fatto vedere i quadri.
Sara, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

12- Il giorno 28 ottobre sono andata al museo dei quadri.
I quadri mi sono piaciuti tutti ma il penultimo quadro mi è piaciuto tantissimo.
Il giorno 28 ottobre mi è piaciuto tantissimo.
Non dimenticherò quel giorno.
Margherita, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

13- Al museo del Vittoriano abbiamo visto tanti quadri.
A me è piaciuto il primo perchè aveva luminosità.
Rappresentava un pittore e aveva la pittura piatta.
L’altro mi è piaciuto perché rappresentava una famiglia ed un cane.
Un altro mi è piaciuto perché rappresentava una signora che stava aprendo la porta e alle sue spalle c’era una villa enorme.
Quando siamo usciti dalla scuola per entrare nel pullman, io mi sono girato per mettere l’ombrello dietro alla sedia e ho trovato una moneta inglese.
E’ stata una giornata divertente e abbiamo visto tanti quadri che sono stati bellissimi.
Raul, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

14- Io, i miei compagni e le maestre siamo andati al museo d’arte.
Ci siamo divertiti perché abbiamo visto un quadro di Van Gogh, ma a me non è piaciuto perché era troppo serio e troppo scuro.
Abbiamo visto altri quadri di Van Gogh, erano quello del nonno, quello di sé stesso e quello di due bambine che stavano sul balcone con il maggiordomo.
Quando dovevamo andare via erano già passate tre ore.
Claudia diceva ” Vorrei stare con voi altre tre ore”.
Io ho detto “Finalmente si va via” e ” Lo sai che fai bene il tuo lavoro?”.
Lei mi ha chiesto perché e le ho risposto che doveva sentire quello che diceva .
Lei rispose “Grazie”.
In pullman ci stavano Letizia e Chiara che ridevano e mi davano fastidio.
Io poi l’ho detto alla maestra che ha detto di fare silenzio.
Io allora mi sono messa a dormire.
Francesca mi ha svegliato per chiedermi il cannocchiale.
Io gliel’ho dato .
Lei mi ha ringraziato e mi ha detto se volevo guardare insieme a lei la strada che facevamo per ritornare a scuola.
Io le dico di no perché vorrei dormire.
Quando siamo arrivati alla Emanuela Loi siamo scesi, siamo andati in classe e abbiamo pranzato .
Ci siamo accorti che erano le due e mezza ed è arrivata la maestra di Religione cioè la maestra Giovanna; quando è venuta stavamo vedendo un film.
Aurora, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

15- Appena sono entrato in classe ero emozionato per la gita al museo.
Con la classe siamo andati al Vittoriano a vedere la mostra degli Impressionisti.
Mi sono divertito molto con la guida del museo perchè ci faceva delle domande e noi rispondevamo.
Ho imparato che gli Impressionisti si chiamano così perchè dipingono quella cosa nello stesso che accade.
Il quadro che mi è piaciuto era una bambina con un gatto in mano ma non mi ricordo il titolo.
Giulio, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

16- Il giorno ventotto finalmente era arrivato.
La classe 3 B era andata in gita ad un museo di Impressionisti.
Il museo era pieno di quadri e sculture .
Eravamo andati col pullman e avevamo la tuta.
Cristina Pia, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

17- Mercoledì siamo andati al museo .
Siamo andati a vedere una mostra di Impressionisti.
Gli Impressionisti sono dei pittori che dipingono la realtà.
Mi sono piaciuti tanto i quadri di Monet e Renoir.
Ci sono stati dei quadri che mi sono piaciuti di più e alcuni che mi sono piaciuti di meno .
Mi sono piaciuti i quadri dove c’era tanta luce .
Siamo andati anche a vedere i resti dell’antica Roma e mi sono piaciuti tantissimo.
Nel museo c’era anche una statua che non mi piaceva.
Mi sono divertito tantissimo nel viaggio in autobus .
Mi sono divertito perché ho parlato tutto il tempo con Giulio e Leonardo e abbiamo visto cose dell’antica Roma.
Antonio, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

18- Con la mia classe sono andata al museo degli Impressionisti.
Al museo degli Impressionisti c’era una ragazza di cui non ricordo il nome .
Questa ragazza ci ha detto molte informazioni sui quadri.
Il quadro che mi è piaciuto di più è “La Serra”.
Rappresenta una donna che entra nella serra.
Qualche giorno dopo sono ritornata al Museo con mia madre, mia sorella e l’amica di mia sorella.
Io ho fatto da guida e gli ho spiegato alcuni quadri.
Maria Chiara, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

19- Il 28/10/15 siamo andati in gita .
Abbiamo visto quadri Impressionisti e altri realisti .
La ragazza che ci è venuta a farci visitare il museo, ci ha detto che i quadri che
venivano fatti nella scuola non si dovevano vedere le pennellate, doveva essere lucido e avere una posa seria;
invece i quadri Impressionisti si potevano vedere le pennellate, poteva non essere lucido,ma la cosa a cui davano più importanza era la luce.
Infatti, usavano colori chiari per dare luce.
Il quadro che mi è piaciuto di più è stato quello dove c’era una signora che stava entrando nella serra.
Greta, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma

20- Mercoledì scorso, io e la mia classe siamo andati al museo Vittoriano dove c’era una mostra di quadri Impressionisti e quadri normali.
La mattina arrivata a scuola ero molto felice.
Prima della gita la maestra ci ha fatto fare alcune pagine di storia.
Dopo un po’ siamo usciti e siamo saliti sul pullman.
Io ero seduta alla fine del pullman.
Dove ero seduta io era l’unica fila di quattro posti dove eravamo seduti io, Viviana, Raul ed Elisa C. .
Scesi dal pullman abbiamo aspettato fuori dal museo facendo merenda.
Poco dopo siamo entrati e una guida ci ha portati in una piccola stanza bianca dove ci ha parlato degli Impressionisti e di ciò che avremmo visto alla mostra poco dopo.
I quadri che abbiamo potuto ammirare erano spettacolari e di pittori molto famosi come :
Monet, Manet, Renoir, Degas,… che erano pittori Impressionisti.
Ci sono tre quadri che mi sono piaciuti molto come :
“L’altalena” di Renoir, “Studio dell’artista ” di Manet e “La passeggiata” o “Donna con parasole di Monet.
Questi tre quadri mi sono piaciuti molto: sia per i colori che per i loro soggetti.
Dopo aver finito di ammirare la mostra siamo tornati a scuola.
Visitare questo museo è stato bellissimo.
Emma, 3 B, I. C. Via Bravetta- Roma