mondoscuola

800 atleti di 26 Paesi, a Palermo i campionati mondiali di orienteering

Roma – Ottocento atleti/studenti, 146 insegnanti provenienti da tutto il mondo, 26 Paesi partecipanti e 5 scuole coinvolte nell’organizzazione. Sono i campionati mondiali di orienteering che avranno luogo a Palermo dal 22 al 28 aprile prossimi.

La sedicesima edizione della competizione – presentata oggi al ministero dell’Istruzione dal ministro Valeria Fedeli, dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando e da Andrea Rinaldi, segretario generale della Federazione italiana sport orientamento (Fiso)- mettera’ alla prova i ragazzi che dovranno avventurarsi in un percorso predefinito caratterizzato da punti di controllo chiamati ‘lanterne’, con l’aiuto di una bussola e di una cartina topografica molto dettagliata e a scala ridotta.

Due gli ambienti di gara: il bosco della Ficuzza e il centro storico della capoluogo siciliano. Tutte le gare saranno dedicate a Peppino Impastato. “L’orienteering e’ uno sport estremamente significativo- ha detto il ministro- si pratica all’aperto e coniuga il movimento fisico e il pensiero. In piu’, il valore aggiunto di questa edizione e’ il fatto che avra’ luogo a Palermo. I ragazzi potranno quindi godere tutti insieme delle bellezze di questa citta’ straordinaria”. L’orienteering, ha aggiunto il primo cittadino di Palermo, “e’ la piu’ scolastica delle attivita’ sportive. Aiuta a far crescere l’autostima dei ragazzi. Siamo onorati di ospitare i campionati mondiali”.