giornalisti-in-erba

Alla fattoria dei ragazzi

Martedì 20 Ottobre 2015 siamo stati alla Fattoria dei Ragazzi per iniziare il nostro Progetto di classe dal titolo “Le stagioni dell’orto”. La Fattoria dei Ragazzi é una struttura didattica ubicata nel Quartiere 4 di Firenze e offre, negli ambienti interni della casa colonica e all’esterno, negli annessi (orti, pollaio, vigneto, frutteto, oliveto, campi,..) una multiforme opportunità educativa per le scuole ed i residenti del quartiere. Siamo partiti da scuola a piedi e dopo mezz’ora circa siamo arrivati alla Fattoria dove abbiamo ritrovato Adriana, Stefania, Cristina e conosciuto Giulio che ci seguiranno durante tutte le esperienze di questo anno scolastico. Dopo una breve presentazione ci siamo subito messi all’opera. Siamo andati nell’orto dove ci hanno fatto vedere il pezzetto di orto che dovremmo coltivare, siamo stati nella serra per prendere visione del nostro angolino di lavoro ed abbiamo fatto una bella passeggiata di esplorazione. Nel pollaio le galline erano appollaiate sui rami del fico, le oche erano un po’ eccitate e starnazzavano rumorosamente, le capre si sono impaurite dalle nostre grida e si arrampicavano sulla rete, le tartarughe passeggiavano beatamente nel loro terreno ed il gatto Schizzo ci guardava incuriosito dal suo “buco” nella parete. Le viti non avevano più i grappoli d’uva, gli alberi da frutto non avevano più la frutta , solo gli olivi avevano ancora le olive ai rami. Nell’orto c’erano molte grosse zucche. Dopo ci siamo radunati nel sottoportico dove Giulio e Stefania ci hanno fatto toccare e osservare diversi tipi di terreno, c’era il terreno sassoso, quello ghiaioso, quello con tanti pezzetti di legno e di foglie secche, quello morbido adatto a coltivare. Abbiamo capito che nel terreno ci sono tante componenti, che quello che cade a terra si trasforma e cambia nel tempo, che il terreno adatto all’orto deve essere morbido e fertile. Poi ci siamo divisi in due gruppi per fare due esperimenti. Un gruppo si é recato nell’orto dove con le palette ha scavato delle buche e interrato un pezzetto di giornale. La prossima volta vedremo se c’é ancora. Giulio ci ha spiegato che il giornale é fatto di materiale organico e che il terreno con tutti i suoi microorganismi lo trasforma in humus fertile. Mentre scavavamo siamo riusciti a vedere dei piccolo lombrichi che Adriana ci ha messo in mano e ci ha detto che essi rendono il terreno morbido e smosso con il loro lavoro. L’altro gruppo si é recato nella stanza degli esperimenti dove sopra un tavolo c’erano tre vasetti e dei pezzetti di cartine tornasole. I vasetti contenevano rispettivamente acqua, succo di limone e cloro. Abbiamo messo un pezzetto di cartina tornasole in ogni vasetto e…. MIRACOLO! ha cambiato colore! La cartina nell’acqua pura é rimasta gialla, quella nel succo di limone é diventata arancione e quella nel cloro é diventata verde-azzurra…. Questo per farci capire che i terreni in cui si piantano gli ortaggi possono essere più o meno acidi, ogni pianta per crescere bene ha bisogno del suo terreno e questo un bravo agricoltore lo deve sapere per avere un orto sempre rigoglioso. Poi i due gruppi si sono scambiati negli esperimenti. Alla fine del lavoro ci siamo saluti e siamo ritornati a casa con i nostri genitori. Il pomeriggio é passato in fretta e noi siamo stati felici di questa bella esperienza.

Classe 2^B Scuola Primaria “G. Bechi” Firenze