giornalisti-in-erba

Puzzolandia e Frescolandia

In un paese non molto lontano dal nostro vivevano dei bambini curiosi, svegli e intelligenti. Volevano capire perchè la loro città si chiamava
Puzzolandia.
Tutto intorno a loro era grigio e puzzolente: le case, le piante, gli animali, la scuola, le automobili, il cielo. Quando si lavavano la faccia, l’acqua era grigia e il loro faccino dopo un po’ era di nuovo sporco.
Perchè tutto questo grigiore?
Si organizzarono e i bambini curiosi, svegli e intelligenti di Puzzolandia si riunirono e formarono una squadra speciale:”Agenti speciali alla riscossa”.

Ogni venerdì, finita scuola, il gruppo si riuniva nei sotterranei di un castello abbandonato. Avevano portato lì delle torce, delle scope, del cibo, delle candele, un tavolo e delle sedie intorno a cui discutevano.
Tutto iniziò un venerd’: era il 15 gennaio del 2016. Alle ore 16 i bambini di Puzzolandia corsero nel luogo segreto.
Iniziarono a chiedersi:
“Perchè la nostra città è grigia e puzzolente?”
“Chi può dirci se era sempre così?”
“Cosa possiamo fare?”

Ogni venerdì, il gruppo si riuniva nei sotterranei di un castello abbandonato. Avevano portato lì delle torce, delle scope, del cibo, delle candele, un tavolo e delle sedie intorno a cui discutere.
Tutto iniziò un venerdì: era il 15 gennaio del 2016. Alle ore 16 e 00 i bambini di Puzzolandia corsero nel luogo segreto.
Iniziarono a chiedersi:”Perchè la nostra città è grigia e puzzolente? Chi può dirci se era sempre così? Cosa possiamo fare?”

Dopo una discussione molto animata i bambini capirono che i loro nonni o meglio ancora i loro bisnonni potevano aiutarli. Presero catra e penna, un registratore, una macchina fotografica e andarono a trovare nonno Piero.
Nonno Piero aveva ben 95 anni! Abitava in una bella casetta grigia, circondata da un giardino maleodorante. Era un vecchietto simpatico e gentile, li fece accomodare in casa e gli offrì una tazza di tè.

I bambini non persero tempo e subito cominciarono a domandargli se anche quando lui era giovane, il loro paese era così grigio e puzzolente. Gli occhi di Pietro diventarono lucidi e sembrava che stesse tornando indietro nel tempo. Iniziò a raccontare…
“Quando io avevo la vostra età le case, gli animali, i giardini erano tutti colorati e l’aria sapeva di buono, di pulito. Il nostro paese non si chiamava Puzzolandia, ma Frescolandia!…”

“… tutti i giardini erano fioriti e colorati, il cielo era azzurro e un buon profumo di fresco proveniva dalla campagna, dagli orti, dai parchi.
Un brutto giorno però un Sindaco irresponsabile approvò la costruzione di ben cinque fabbriche.
Furono distrutti boschi, giardini e prati e tutto divenne grigio. I camion andavano e venivano e in un batter d’occhio comparvero delle costruzioni in cemento.

II D scuola Saba Trieste