AAA vendesi L’AQUILA

Dopo il terremoto dell’aprile del 2009, L’Aquila è ancora il cantiere più grande d’Italia, la ricostruzione prosegue, ma la gente se ne va. Anche se ci sono stati molti miglioramenti dalla data del terremoto di 6 anni fa, dal punto di vista sociale a L’Aquila ci sono ancora molti problemi sociali: una persona su due non ha ancora un lavoro e ci sono 10.000 studenti in meno, in una città che viveva grazie all’università e agli studenti da tutta Italia che vi si iscrivevano. Chi possedeva due case o addirittura tre o quattro le ha vendute o affittate e ha comprato una casa sulla costa o nelle Marche o in un’altra città.
Ma ovviamente ci sono anche molti miglioramenti, per esempio molte abitazioni sono state ricostruite e ridipinte, quest’anno, poi, hanno allargato il mercatino della Befana. Il sindaco ha chiesto a tutti gli abitanti di non abbandonare la città, di non lasciarla, ma di resistere e di non svendere le abitazioni, perché teme che L’Aquila possa diventare una città modello e attrarre ragazzi, magari grazie alla Scuola Internazionale, insomma non deve diventare una Pompei dei giorni nostri.

Ilaria Crea III F
I.C. Pallavicini-plesso Bachelet-Roma