mondoscuola

All’I.C. Leopardi di Pesaro progetto su legalità e cyberbullismo

PESARO – Sviluppare la consapevolezza del valore di una ‘cittadinanza attiva’, diffondere il valore e l’esigenza di regole condivise, insegnare la capacita’ di rispettare e rispettarsi e, infine, promuovere comportamenti responsabili.

Sono alcuni degli obiettivi del progetto ‘La sicurezza come valore: il rispetto di se’ e degli altri e la prevenzione del bullismo’ presentato questa mattina a Pesaro dall’assessore comunale alla Crescita Giuliana Ceccarelli, dalla dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Marcella Tinazzi e dalla dirigente dell’istituto comprensivo ‘Leopardi’ Caterina Di Salvatore.

“Un progetto sintomo di una scuola sana che vuole affrontare i problemi e non nasconderli– spiega Ceccarelli-. Vogliamo rispondere a una richiesta piu’ ampia della societa’ in cui l’importanza di assumersi responsabilita’ per contribuire a costruire un mondo sempre migliore, piu’ ricco di umanita’ e di diritti/doveri condivisi, e’ l’obiettivo che si prefigge la nostra carta costituzionale al quale la scuola deve assolutamente contribuire. Un plauso all’istituto Leopardi sempre presente. Su questa iniziativa vale la pena soffermarsi perche’ crescere insieme e’ uno degli aspetti piu’ belli della comunita’”.

Il progetto prevede l’affiancamento alla tradizionale attivita’ didattica dell’istituto comprensivo Leopardi, in particolare su cittadinanza attiva e Costituzione, di incontri, che coinvolgono oltre agli studenti anche i genitori, con esperti e figure istituzionali che nel territorio rivestono il ruolo di garanti della legalita’.

Si parte il 6 aprile con un incontro destinato ai genitori degli studenti di scuola secondaria e degli ultimi due anni di scuola primaria sul tema dei rischi legati all’errato uso di internet. Dopo la visione del film ‘Disconnect’ si aprira’ un dibattito a cui prenderanno parte, oltre a Tinazzi, anche il capo procuratore della Repubblica di Pesaro Urbino Cristina Tedeschini e il sostituto procuratore della Repubblica del Tribunale Urbino Irene Lilliu.

Sempre rivolto ai genitori e’ l’incontro del 9 maggio sul cyberbullismo con la dirigente della divisione anticrimine della Polizia Natascia Baiocchi. Sono invece tre gli appuntamenti per gli studenti: 26 aprile con il capitano della Guardia di finanza di Pesaro Marina Giovanditto sul tema della legalita’ economica con tutte le classi, il 12 maggio nuovamente la dirigente della Polizia Baiocchi mettera’ i ragazzi in guardia sui rischi legati allo scorretto uso della Rete (classi seconde e terze) mentre il 29 maggio l’ultima iniziativa con il comandante dei Carabinieri di Pesaro Patrizia Gentili (classi seconde).

“Un progetto centrale che educa alla cittadinanza e trasmette il valore di cosa significa essere cittadino– dice Tinazzi-. Un percorso che stimola comportamenti responsabili, a rispettarsi e a rispettare l’altro”. La dirigente dell’istituto Leopardi Di Salvatore ha infine ricordato che compito della scuola “e’ quello di accompagnare i ragazzi a sviluppare la propria identita’, a riconoscere il proprio e altrui valore e a formarsi una coscienza di cittadinanza”.