mondoscuola

Passione e professione, l’agenzia DIRE incontra l’AvoVideo

La presenza sul mercato di videocamere consumer in grado di girare in alta qualità rende ogni persona un potenziale videomaker. Gli elevati automatismi consentono di ottenere facilmente belle immagini senza troppi sforzi e grazie ad editor gratuiti e intuitivi chiunque può montare un filmato ottenendo ottimi risultati.

Tuttavia vi sono anche coloro che, appassionatisi, decidono di dedicare una consistente parte del loro tempo al videomaking per svolgerlo in maniera più professionale. Da questo presupposto nasce l’AvoVideo, un team di studenti che lavorano in orari extrascolastici occupandosi proprio di riprese e fotografia. Gli appartenenti a questo team non hanno tutti le stesse competenze, e taluni non posseggono alcuna nozione sul cinema e la ripresa, pertanto quando è apparsa la possibilità di recarsi presso l’agenzia DIRE per seguire una breve, ma intensa formazione sul campo, la notizia è stata accolta con calore. Dato che la tematica del video scelta era la FIAT, nei giorni precedenti la partenza è stato fatto un lavoro di preparazione da parte dei membri più esperti del team, che hanno effettuato riprese in varie zone di Torino che si sarebbero rivelate utili.

Il team si è quindi recato a Roma per due giorni, nel corso dei quali è stato trovato il tempo anche per una veloce visita della città. Le ore di formazione non sono state molte, concentrate nei due pomeriggi (il momento migliore per scattare, NdA), ma sufficienti ad esplorare un programma di montaggio professionale e ad apprendere l’uso base di videocamere di alto livello. Il momento sicuramente più interessante è stato quello relativo alla prova sul campo: muniti di due macchine da presa, i ragazzi dell’AvoVideo si sono recati in strada per riprendere le auto di passaggio. Successivamente si è passati a una fase di selezione, dove si è provveduto anche a creare una sorta di linee guida per il montaggio. Ovviamente il lavoro, per motivi di tempo, non è stato portato a termine in loco e sarà terminato dai professionisti dell’agenzia DIRE, in contatto continuo con l’AvoVideo.

In conclusione, questa esperienza non è servita a migliorare radicalmente le capacità del team AvoVideo, ma a fornire loro un primo contatto con il mondo del giornalismo. Starà ai membri comprendere come e quando poter applicare le nozioni apprese, al fine di rendere quanto più professionale e proficuo il lavoro svolto a scuola, e sicuramente nel gruppo c’è qualcuno che vorrà tornare ancora all’agenzia DIRE una volta terminati gli studi, con la prospettiva di mettere in pratica quella che ora è una passione e che in futuro potrebbe diventare un lavoro.

Giambattista De Giorgis