giornalisti-in-erba

Il bisonte eletto mammifero nazionale degli USA

 

L’attuale presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha eletto il bisonte come mammifero nazionale con la legge sull’eredità nazionale del bisonte che è stata approvata con un’insolita parità di voti fra repubblicani e democratici.
Il bisonte, conosciuto anche come ‘buffalo’, ha abitato il territorio americano fin dall’era Glaciale. Purtroppo però dal 1800, a causa della costruzione di ferrovie e fabbriche, cioè con il progresso industriale, questo grande mammifero è stato preda di innumerevoli cacciatori. Fu infatti in questo periodo che William Frederick Cody, meglio con come “Buffalo Bill”, divenne celebre col dubbio merito di aver ucciso fra i 4 e i 5mila esemplari di bisonte fra il 1868 e il 1872.
Questo periodo ha portato ad uno sterminio di massa a danno del bisonte, perciò ora questo mammifero è a rischio d’estinzione, sebbene negli ultimi anni si sia iniziato a capire il valore di questo animale, specialmente per i nativi americani, che senza il bisonte potrebbero sentirsi completamente sradicati rispetto al loro territorio.
Oggi negli USA ci sono 50.000 esemplari di bisonti e il parco nazionale di Yellowstone ospita la più grande mandria di questi mammiferi. Negli stati americani in cui la politica aveva impiegato troppo tempo per decidere, gli abitanti stessi hanno scelto di testa propria. Infatti il bisonte appare già nelle bandiere di due stati, in tre è stato adottato come animale ufficiale. L’animale è anche stato usato come simbolo monetario ed è stato la mascotte di diverse squadre sportive in tutto il paese.

Angelia Rjel Ben Arquero
Classe 1B – Liceo Classico Statale “Galileo” di Firenze