mondoscuola

Donato rivelatore di particelle al liceo Volta di Reggio Calabria

Reggio Calabria – Al liceo scientifico Alessandro Volta di Reggio Calabria e’ stato donato un moderno ed innovativo rivelatore di particelle per la fisica nucleare. L’istituto e’ impegnato da diversi anni in studi relativi allo studio della fisica e tra i progetti programmati dal liceo “Volta” vi e’ anche quello collegato con l’INFN (Istituto nazionale di fisica nucleare) di Frascati. I laboratori di fisica nucleare hanno donato al liceo un dispositivo sperimentale unico al Mondo.

Si tratta dell’originale rivelatore di particelle (camera a fili) chiamato FINUDA che e’ stato utilizzato presso i laboratori dell’INFN nell’esperimento DAFNE per la fisica nucleare. Mediante l’utilizzo di tale strumento agli allievi piu’ meritevoli e motivati sara’ data occasione di diventare dei veri e propri ricercatori, applicando ai loro studi il vero metodo scientifico. L’attivita’ di studio scientifico del Liceo “Volta” di Reggio Calabria ha avuto un maggiore impulso grazie all’impegno di un gruppo di insegnanti di matematica e fisica, supportati da una programmazione specifica voluta dalla dirigente scolastica.

Gli studenti sono stati invitati il prossimo 3 aprile a partecipare alla “High school visit day-stem career”, la giornata-evento dedicata agli studenti del quinto anno dei licei e istituti tecnici, con un programma incentrato all’orientamento universitario e verso il mondo del lavoro nelle carriere scientifiche. Nell’occasione si svolgera’ anche la visita degli apparati sperimentali dei LNF (laboratori nazionali di Frascati). I laboratori nazionali di Frascati (LNF), costruiti nel 1955, si occupano di ricerca e studio della fisica nucleare e subnucleare con macchine accelleratrici.