Fantascienza? No, ormai è realtà

Molti conosceranno il film “Star Trek”  e chi l’ha visto saprà di certo che si tratta di pura fantascienza con pianeti, alieni, astronavi… Molti scienziati stanno lavorando per riprodurre il “motore a curvatura”, che permetterà, andando ad una velocità superiore a quella della luce, di facilitare l’esplorazione di altri pianeti e chissà, magari anche futuri trasferimenti… ma per ora è ancora troppo presto per essere vero. Per chi non lo sapesse, il “motore a curvatura” permette, come dice il nome, di “curvare lo spazio” ovvero di non dover percorrere tutta la distanza, ma di diminuirla, “accorciando” lo spazio, facendolo appunto curvare. Molti sono critici su questo progetto perché secondo loro andrebbe contro le leggi della fisica e infatti non sarà sicuramente facile, ma tentar non nuoce, soprattutto se la riuscita porterà una tale rivoluzione! Questo motore, chiamato EM Drive ( Electro Magnetic Drive), utilizza delle microonde che “curvano” spazio e tempo ed inoltre è anche meno inquinante e più economico, grazie al fatto che non disperde alcun tipo di carburante e quindi non ha bisogno di rifornimento. Il motore è stato ideato da un gruppo di scienziati tedeschi che collaborano con la NASA e che sono riusciti a condurre molti esperimenti che sono andati a buon fine. La prima aeronave dotata dell’ EM Drive sarà la WarpStar-1° e secondo i calcoli, riuscirà ad arrivare sulla Luna in sole 4 ore e su Marte in soli 70 giorni,  contro i 6 mesi attuali. Questo progetto per me è un sogno che si realizza: ho sempre immaginato di essere in un film per vedere in prima persona le avventure dei personaggi ed in particolare in un film di fantascienza  ma ora il nostro mondo si sta evolvendo come mai nessuno avrebbe creduto e presto la fantascienza diventerà storia.

MATTEO BALDINELLI    TERZA A
IC SINOPOLI FERRINI ROMA