giornalisti-in-erba

Gli emoji sono troppi… e non riusciamo più a comunicare

 

Secondo una recente indagine gli emoji, le numerosissime “faccine” usate per comunicare (con Whatsapp, per esempio) variano da piattaforma a piattaforma, perché gli emoji non sono gli stessi fra i diversi sistemi operativi. Questo accade perché le faccine che noi usiamo per esprimerci col tempo sono aumentate a dismisura, si sono arricchite di strumenti e oggetti. Secondo alcuni studiosi, gli emoji dovrebbero essere “l’inglese del futuro”, perché dovrebbero permettere e garantire la comprensione fra le persone.
Una delle faccine che più variano da telefono a telefono, è quella sorridente con i denti in mostra. Secondo questa ricerca è la faccina che cambia aspetto tra i sistemi operativi di Ios, Microsoft, Samsung e Google. Un’altra emoji che si differenzia è quella che ride con la lacrimuccia, seguita da quella che piange a catinelle,la scimmiotta che si copre gli occhi, quella che riposa e molte altre di quelle che sorridono, ma senza allargarsi troppo. Ci colpiscono molto la faccina con una piccola lacrimuccia e la linguetta che fa capolino al lato della bocca. Invece quelle che non cambiano o sono leggermente diverse sono quelle con gli occhi a cuore, quella che fa l’occhiolino con il sorrisetto, quella perplessa o quella lamentosa.
Ogni faccina può avere più di un significato, in base a come una persona le usa. Questa evenienza è potenzialmente grave, perché potremmo scambiare una faccina usata in modo positivo, quando invece si tratta di qualcosa a cui è stato attribuito un valore… drammatico.
Un team composto da Hannah Miller, Jacob Thebault-Spieker, Shuo Chang, Isaac Johnson, Loren Terveen e Brent Hecht ha chiesto a degli utenti cosa pensavano nell’interpretazione dei termini di sentimento e di semantica. Solo il 4,5% crede che i simboli facciano aumentare la quota di disaccordo; il 25% dice che non si trovano d’accordo sul significato né sulla resa emotiva dell’emoji analizzata.
Il problema è che ora si sono verificati problemi tra persona a persona nello stesso sistema operativo, perché le versioni cambiano emoji e questo crea una grande confusione. In questa indagine sono state analizzate in totale solamente 22 faccine delle 1.282 esistenti, e solo 17 non assumono significati diversi.
Come ho già detto, i problemi si verificano anche tra gli stessi sistemi operativi; le più fraintese di Ios sono la faccina piangente,quella che mostra i denti con gli occhi strizzati e quella che si rilassa. Ci lasciano perplessi quelli con la lacrima o con le gote rosse e quella in assoluto più fraintesa, la faccina che digrigna i denti. Insomma, meglio scrivere qualche parola in più che essere “traditi” da delle faccine…

Lorenzo Fortunati
Classe 1B – Scuola Secondaria di primo grado “Puccini” di Firenze