Il ladro di cadaveri

 

AUTORE: Robert Louis Stevenson


GENERE: Racconto horror


TEMPO, EPOCA: 1800


LUOGO: Londra


TRAMA: Il racconto parla di un uomo di nome Fettes che da giovane si occupava di medicina, ma che poi ha abbandonato tutti i suoi studi. Nel testo vengono narrati i ricordi più spaventosi di Fettes. Si racconta che da giovane lavorava per un professore (che nel libro è soprannominato come professor K) insieme a un suo compagno, MacFarlane. Erano due dei più fedeli al professor K e insieme si impegnavano nel procurarsi cadaveri da sezionare e a volte per fare ciò arrivavano anche a degli omicidi. Un giorno Fettes incontra il suo amico seduto ad un tavolo con un uomo di nome Gray, arrogante ed abituato a dare ordini a MacFarlane. In seguito, durante il traffico di un cadavere, Fettes riconosce una donna di sua
conoscenza e capisce che è stata uccisa. Prova a denunciare il fatto, ma Macfarlane riesce a fermarlo. Il racconto si conclude con i due uomini su una carrozza che portano il cadavere di una donna in un grande sacco. Fettes però nota che lentamente la forma del sacco cambia, così decidono di controllare e trovano il corpo sezionato di Gray. Entrambi fuggono via e sulla carrozza rimane solo il cadavere.


VOTO IN STELLE: 4

A CHI LO CONSIGLIO: A tutti quelli a cui piacciono i colpi di scena.


FRASE: “Noi medici abbiamo una soluzione migliore” disse Fettes. “Quando non ci va a genio un amico morto, lo sezioniamo.”

De Cinque Nives – classe 2^C – Scuola Sec. di I grado Casoli – I.C. “G. De Petra” Casoli (Ch)