Il picchio e il bruco

Un giorno, in autunno, un picchio aveva tanta fame. Dopo un po’ di tempo aveva incontrato una farfalla arcobaleno e visto che era troppo bella andò a cercare un altro insetto. Incontrò un bruchetto tutto solo e il picchio disse: “Adesso ti aspetta una giornata molto bella…” e in un sol boccone si mangiò il povero bruchetto. Il bruco voleva uscire dalla pancia del picchio e per uscire iniziò a fargli il solletico. Funzionava!
Appena uscì creò il suo bozzolo e dopo qualche giorno si trasformò in una grandissima farfalla molto colorata: d’oro, argento, rosso, azzurro, arancione, blu, viola, marrone, verde menta.

Eleonora Gullini, II D scuola Saba Trieste