mondoscuola

Italia e Finlandia insieme a Roma per gemellaggio

Roma – “Grazie alla vostra accoglienza ci sentiamo come a casa”, inizia cosi’ il saluto e il ringraziamento della professoressa Walker del College Osao di Oulu, il secondo piu’ grande in Finlandia.

La docente rappresenta il gruppo di studenti che da ieri, e per una settimana, e’ ospite delle famiglie degli studenti dell’Istituto Luigi Einaudi di Roma. Un vero e proprio gemellaggio tra le due scuole che oggi e’ stato ufficializzato durante l’incontro ‘Le radici di un paradigma – la scuola del dialogo’ tenutosi a Palazzo Valentini a Roma. Presenti gli studenti e le studentesse italiani e finlandesi che hanno ascoltato – in silenzio e con attenzione – gli interventi delle autorita’ presenti.

Tra gli ospiti l’Ambasciatore finlandese a Roma Janne Taalas che hai microfoni di Diregiovani ha sottolineato l’importanza di scambi culturali di questo tipo: “siamo europei e abbiamo tante cose in comune, lo scambio di idee e’ possibile ed e’ veramente importante per i giovani. Io quando ero molto piu’ giovane – ha concluso – ho potuto partecipare ad iniziative come questa ed e’ davvero una grande esperienza”.

All’incontro anche Teresa Zotta, delegata alle Politiche culturali e giovanili della citta’ metropolitana di Roma Capitale. “Gli scambi culturali mettono insieme le diverse esperienze e quindi sono un utile strumento per scambiarsi modi di modi di vivere, abitudini e consuetudini che portano i ragazzi a confrontarsi” ha detto Zotta ai microfoni di diregiovani.it.  “Per la Finlandia e’ un modo di conoscere le nostre tradizioni e leggere dal vivo la storia della nostra cultura, per i nostri ragazzi avvicinarsi a un modo diverso di fare scuola – ha aggiunto – la scuola finlandese e’ modello di scuola nuova, di scuola innovativa, praticamente perfetta; abbiamo tanto da imparare ma anche reciprocamente e i ragazzi sono magnifici perche’ con molta spontaneita’ al di la’ di qualunque condizionamento sono pronti ad interagire”.

La volonta’ di avviare il gemellaggio con la scuola finlandese nasce proprio dalla volonta’ di apertura che caratterizza l’istituto Einaudi di Roma. Come hanno spiegato la dirigente scolastica Diana Guerani e la vicepreside Marina Di Foggia la Finlandia e’ alla avanguardia per aver dato vita a un modello di scuola innovativo e per questo e’ di grande importanza l’aver avviato una collaborazione che portera’ benefici a tutta la comunita’ scolastica. Anche Giuseppina Castagnetta, presidente del XIII municipio di Roma Capitale, nel suo intervento ha sottolineato quanto sia importante il “dialogo sul futuro del sistema scolastico” e la necessita’ di “lavorare insieme per dare il via a nuovi progetti che possono cambiare il modo di fare scuola”.

istituto Einaudi (9) istituto Einaudi (8) istituto Einaudi (5) istituto Einaudi (7) istituto Einaudi (3) istituto Einaudi (4) istituto Einaudi (2) istituto Einaudi (1)
<
>

Tra i relatori il generale Angelo Agovino, alla guida del comando carabinieri del ministero degli Affari esteri, che ha augurato ai ragazzi “di avere la passione per dedicare un po’ delle vostre energie alla comunita’, di avere quella passione civile” capace di animare il cuore e la mente. A fare la cronaca dell’iniziativa di oggi – come degli altri appuntamenti di tutta la settimana appena iniziata – gli studenti dell’Einaudi che seguono il percorso di alternanza scuola – lavoro con l’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it. Gli alunni racconteranno attraverso articolo, fotografi e video tutte le tappe della permanenza degli studenti finlandesi a Roma.