mondoscuola

Italia secondo Paese per numero di docenti iscritti a eTwinning

ROMA – Sono circa 15.600 mila gli insegnanti italiani iscritti nel 2016 ai gemellaggi elettronici eTwinning, la piattaforma europea che dal 2005 mette in contatto insegnanti e classi per fare didattica in modi innovativi, sfruttando le nuove tecnologie.

eTwinning Indire, l’Italia cresce

Nei numeri diffusi dall’Unità nazionale eTwinning Indire, il nostro Paese registra ritmi di crescita tra i più elevati d’Europa: le scuole italiane sono fra le più attive e numerose in termini di partecipazione, risultati e riconoscimenti e l’Italia è il secondo Paese, tra i 36 partecipanti, per insegnanti iscritti, dopo la Turchia. Solo nell’ultimo anno i docenti iscritti sono cresciuti del 90% rispetto al 2015 e di circa il 100% rispetto al 2014. Per il Direttore di Indire, Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa a cui fa capo l’Unità eTwinning Italia, Flaminio Galli, “partecipare a eTwinning apre gli agli insegnati infiniti modi di innovare a scuola. Nella facilità e nell’immediatezza di questa azione sta il successo in Italia della piattaforma, che si dimostra, anno dopo anno, come una palestra per sperimentare nuovi modi di insegnare e apprendere in Europa”.

eTwinning 2016: i dati della partecipazione

Si registra un incremento costante dei docenti italiani iscritti alla piattaforma, 47.800 (circa il 10% degli oltre 447.000 iscritti in tutta Europa) e un aumento dei nuovi progetti attivati: nel 2016 sono stati 3.248 (+51% rispetto al 2015). Le scuole registrate sono 12.900 e in media sono 3 gli insegnanti iscritti alla piattaforma in ciascun istituto.Quanto agli insegnanti registrati a livello regionale, eTwinning raggiunge picchi di attività proporzionali nelle regioni più popolose: Sicilia, in primis seguita da Campania, Lombardia e Puglia. Il Sud è la zona più attiva (9.360 progetti avviati), quindi il Nord (7.435) e il Centro (4.038).

L’Italia incontra l’Europa

La maggior parte dei gemellaggi coinvolgono scuole partner in Francia (1.647 progetti), Polonia (1.289 progetti), Spagna (1.080) e Grecia (857). Da due anni è possibile anche attivare gemellaggi tra scuole dello stesso Paese, così come è possibile coinvolgere partner dei Paesi eTwinning Plus: Armenia, Azerbaijan, Georgia, Moldavia, Tunisia, Ucraina. L’Italia si distingue non solo a livello partecipazione ma anche sul piano della qualità. Dal 2005 sono stati assegnati 2.296 certificati di qualità nazionali eTwinning a docenti italiani, mentre sul fronte europeo sono stati 1.422 gli insegnanti premiati per la qualità dei gemellaggi realizzati.