La fatina Ghiacciolina

Nel bosco fitto fitto di una montagna fredda fredda viveva la fatina Ghiacciolina.
Lei era proprio carina, portava lunghe trecce azzurre e in testa aveva un appuntito cappello a cono con in cima una stella rossa.
Il suo vestito era bianco a pallini azzurri.
In mano teneva una bacchetta magica e aveva un viso proprio simpatico, con un grande sorriso.
Si chiamava Ghiacciolina, perchè appena la sua bacchetta toccava qualsiasi cosa essa diventava di ghiaccio.
Tutte le notti, al chiarore della luna, la fata usciva di casa per andare a fare dei giretti meravigliosi e a trovare la sua amica luna e le sue amiche stelle, lasciandosi dietro sé una sia gelata.
Un giorno volò fino alla casa dove viveva un bimbo, che era triste triste alla finestra, perchè desiderava tanto vedere la neve cadere.
Ma erano ormai tanti anni che non succedeva più!
La fata Ghiacciolina allora, decise di accontentarlo.
Alzò la sua bacchetta magica e iniziò a nevicare!
Peccato però che non fosse all’aperto ma nella cameretta del bimbo!
Che era felicissimo, non credeva ai suoi occhi!
Ma non si poteva lasciare tutta quella neve in una cameretta!
Così fata Ghiacciolina trasformò i fiocchi di neve in luminose stelline che illuminarono come in un sogno di la stanza del bimbo!

 

Mattia Porzionato
Scuola primaria di Fara Novarese