giornalisti-in-erba

La principessa Anna

C’ era una volta,  in un paese molto lontano,  un re che aveva una figlia di nome Anna:  era una bellissima principessa, molto buona e gentile con tutti. Amava molto gli animali e ne aveva tantissimi.

Purtroppo però  nel suo castello viveva anche  sua cugina, rimasta orfana, di nome Lisa: non era molto bella , era antipatica  ed era molto gelosa ed invidiosa della bella Anna.

Un giorno,  mentre Anna era in giardino a giocare con i coniglietti, dalla finestra Lisa la stava guardando, pensando ad un modo per farla sparire: così lei avrebbe potuto finalmente prendere il suo posto a palazzo.

Una domenica mattina, come al solito, Anna scese in giardino per prendere l’acqua dal pozzo, per dare da bere ai suoi cavalli.

Ad un tratto però  Lisa, che era nascosta dietro un cespuglio, la spinse ed Anna cadde nel pozzo:  passò  molti giorni al buio ed al freddo, gridando  e cercando aiuto ma nessuno la poteva sentire. Era disperata ed era convinta che sarebbe morta lì  dentro, ma non troppo distante dal palazzo di Anna, viveva un principe, anche lui  molto triste perché non trovava  il suo vero amore. Il principe faceva sempre lunghe passeggiate a cavallo, si fermava al solito pozzo, che era proprio quello in cui era caduta Anna, ed esprimeva  lo stesso desiderio: quello di trovare una sposa.

Una mattina, come ogni giorno,  il principe prese il suo cavallo ed andò in giro per il bosco, fino a quando non si fermò davanti al pozzo ed espresse il solito desiderio ma a differenza delle altre volte, quella mattina sentì un canto che proveniva  da dentro al pozzo. Subito si innamorò di quella voce e cercò in tutti i modo di capire chi fosse.

Quando Anna si rese conto che qualcuno la stava ascoltando,  chiese aiuto ed il principe prese una corda e si calò subito giù per il pozzo , trovò Anna e la tirò  fuori. Appena la vide, se ne innamorò subito, tanto da chiederle di sposarlo.

Anche  Anna se ne innamorò ed accettò la sua proposta ma prima avrebbe dovuto vendicarsi per il torto subito dalla cugina.

Di corsa, si fece accompagnare dal principe al suo castello, e si ricordò che quando era piccola, la sua fata madrina le aveva regalato un polvere magica che avrebbe dovuto usare solo in caso di necessità, di fronte ad una cattiveria molto grande.

Anna prese la polvere e cercò la cugina, che nel frattempo aveva preso il suo posto e comandava tutto il palazzo con cattiveria ed arroganza.

Appena  la vide,  Anna aprì  la boccetta con la polvere magica e gliela lanciò addosso:  in pochi secondi, Lisa venne trasformata in una rana.

In questo modo, non avrebbe potuto fare più del male a nessuno.

Riabbracciato il suo papà ,  Anna organizzò il  matrimonio  con il suo principe e vissero per sempre felici e contenti.

CHIARA CIPRIANI  PRIMA A 

IC SINOPOLI FERRINI ROMA