La strega Diadora

La strega Diadora, come ogni domenica, stava preparando il pranzo (Maestra Lorenza).
Mentre stava cucinando una minestra di code di lucertola e occhi di rospo (Gloria Lapel) la strega Pasqua XI bussò alla porta (Tommaso Rizzi).
Pasqua XI chiese: “Puoi venire a Londra con me che devo risolvere il mistero del mio gatto scomparso?” (Simone Tarsi).
Le due streghe partirono per Londra e iniziarono a cercare il gatto (Massimo Gregori).
Lo cercarono dappertutto e chiesero agli abitanti della città (Mattia Romano).
La fitta nebbia londinese rendeva difficile la ricerca, stanche ed affamate, decisero di fermarsi a mangiare (Manuel Marcial).
Dopo aver finito la sosta chiesero ad un signore che disse di aver visto un gatto entrare in un bosco (Claudia Rigo).
Ringraziarono il signore, andarono nel bosco e trovarono il gatto (Giacomo Ciuffi).
Diadora e Pasqua XI erano molto contente ma si accorsero che il gatto non era il loro e decisero di andare a casa di un’amica strega, Ninfadora (Isis Mandorino).
A casa di Ninfadora; le streghe ritrovarono il gatto, ma Ninfadora rifiutò di darglielo e lanciò loro un incantesimo (Martino Esposito).
Improvvisamente Diadora e Pasqua XI volarono via e il gatto le andò a cercare (Chiara Heffa Ngamba).
Il gatto le ritrovò sedute su una nuvola (Luca Bindocci).
E, grazie al libro degli incantesimi rubato a Ninfadora pronunciò le parole magiche del contro incantesimo (Alessando Zaccaria).
Tutti e tre insieme, come per magia, volarono via e si ritrovarono a casa di Diadora (Manfredi Recano).
Purtroppo il pranzo era tutto bruciato e allora, per ringraziarla Pasqua XI regalò una bella torta all’amica Diadora (Francesca Piccoli).
Insieme decisero di fare una grande festa con tutti i maghi, le streghe e i gatti del vicinato (Igor Choco Esqueda).

I bambini della IIIA Scuola Primaria U.Saba Trieste I.C. Roiano Gretta