mondoscuola

L’alternanza scuola-lavoro all’Istituto di Istruzione Superiore “U.Pomilio” di Chieti

Chieti – Meccanico, Elettrotecnico, Termotecnico, Elettronico, Abbigliamento e Sistema Moda, Servizi Sociosanitari con indirizzo odontotecnico sono questi gli indirizzi che gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “U.Pomilio” di Chieti possono scegliere. Negli ultimi anni gli istituti tecnici hanno fatto registrare un boom di iscrizioni, sopratutto per la possibilità che offrono ai propri studenti di imparare un mestiere, in modo da essere già pronti per inserirsi nel mondo del lavoro una volta concluso il ciclo scolastico. Al comma 33 della legge n.107 del 13 luglio 2015, in vigore dal 16 luglio 2015 si legge “Al fine di incrementare le opportunita’ di lavoro e le capacita’ di orientamento degli studenti, i percorsi di alternanza scuola-lavoro di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 77, sono attuati, negli istituti tecnici e professionali, per una durata complessiva, nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso di studi, di almeno 400 ore e, nei licei, per una durata complessiva di almeno 200 ore nel triennio. Le disposizioni del primo periodo si applicano a partire dalle classi terze attivate nell’anno scolastico successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore della presente legge. I percorsi di alternanza sono inseriti nei piani triennali dell’offerta formativa.” L’Istituto “Pomilio” sono anni che porta avanti progetti di alternanza scuola-lavoro grazie alla buona volontà del corpo docenti e di laboratori attrezzati che permettono agli studenti di fare pratica , di trovarsi a confronto con le macchine, ma sopratutto di trovare applicazione pratica a tutte quelle nozioni teoriche affrontate in classe. Nel laboratorio di moda si intrecciano tradizione e modernità, la ricerca del passato segue di pari passo l’innovazione tecnologica.

Fra i tanti progetti di recupero della tradizione troviamo, ad esempio, “Recuperiamo le Tradizioni” che il primo maggio, in occasione della Festa tradizionale del Majo, mette insieme il C.A.T.A. (Centro Antropologico Territoriale Abruzzese) dell’Università G.D’Annunzio di Chieti e l’Istituto di Istruzione Superiore Umberto Pomilio di Chieti Scalo. Mentre “Scuola & Impresa, i protagonisti dell’innovazione” ha visto protagoniste in una sfilata presso il Museo della Civitella le ragazze del Pomilio che per l’occasione hanno confezionato e indossato abiti prodotti con materiali di riciclo e abiti da sposa illuminati con degli inserti al led. Moda, ma non solo. L’Istituto Pomilio offre anche la possibilità di frequentare un laboratorio tecnologico termotecnico dove gli studenti possono esercitarsi in saldatura, dove possono partecipare a laboratori pomeridiani di carrozzeria e frequentare il corso per sostenere l’esame da frigorista; il Pomilio è infatti l’unica sede del Centro-sud accreditata per rilasciare il patentino da frigorista. Laboratori professionali senza però dimenticare altre attività come “Viaggio al centro della terra” un progetto che viene portato avanti da sei anni in collaborazione con geologi professionisti e che porta i ragazzi ad esplorare grotte non turistiche della regione Abruzzo. Le attività laboratoriali sono il fondamento e il fiore all’occhiello degli istituti tecnici, oltre ad essere un elemento distintivo dai professionali, purtroppo da tempo stiamo assistendo a dei continui tagli alle ore dedicate alla pratica in laboratorio.