giornalisti-in-erba

Una lavatrice per purificare l’acqua

 

Lavatrice che purifica l’acqua: vero o falso? Sembra una barzelletta ma a seguito di alcuni studi tenuti da due ricercatori dell’università di Trento, Mariaines Di Lato e Alberto Bellin, ora abbiamo a disposizione una sorta di lavatrice in grado di purificare l’acqua sfruttando la rotazione del liquido per far sì che lo scioglimento delle sostanze inquinanti avvenga più velocemente.
Lo studio e tutte le informazioni al riguardo sul come e perché questa lavatrice funziona sono stati apprezzati e pubblicati sulla rivista scientifica “Procedings of Royal Society A”.
Bellin spiega in merito:”Dalla nostra ricerca emerge che le caratteristiche cinematiche, e in particolare la vorticità, influenzano la forma delle nuvole di soluti e il loro destino, quindi la possibilità di bonificare gli acquiferi contaminati. Facilitare il mescolamento dei reagenti con i contaminanti dissolti nell’acqua aumenta infatti l’efficacia nei trattamenti. Moto e vorticità dipendono dalla conformazione dell’acquifero , ma possono essere anche indotti, come ad esempio con sistemi di pompaggio”. In parole povere, quindi, questo procedimento renderà i processi di purificazione dell’acqua più efficienti e facili da controllare. Bellin ha affermato che una buona definizione per questo tipo di macchina ”potrebbe essere quella di una lavatrice che sfrutta la rotazione per rendere pulito il bucato. Un’altra immagine potrebbe essere quella dei mulinelli (vortici) che già Leonardo aveva scoperto nei fiumi e prontamente disegnato, solo che fino a ora non erano né stati previsti teoricamente né tantomeno osservati negli acquiferi, o ancora il vortice creato da un cucchiaino in un bicchiere d’acqua nel quale abbiamo introdotto dello zucchero: la rotazione accelera lo scioglimento”.

Alice Jennifer Ruffo
Classe 1B – Liceo Classico Statale “Galileo” di Firenze