giornalisti-in-erba

Le cose che restano

Le cose che restano
Quali sono..?
Saranno forse i fiori,
le scene,
i colori?
Gli sguardi appena accennati,
le parole solo all’orecchio sussurrate,
i maestri di vita disarmati?
Saranno le guerre,
le greggi di ardesia;
le zolle di terra
coi frutti proprio costì nati:
aranceti disseminati
in conche d’oro,
ove solo i miti bovi trovano Pace?
Solo Iddio sa dove posiamo
i nostri scatti distratti,
i sorrisi malfatti,
i linciaggi interrotti
e le sonde infrarosse…
Ma di cosa ti spaventi
oh piccolo figlio?
Non saranno le lame taglienti del dubbio
o le perfide sillabe soffocate dello sconforto
a confondere il tuo scaltrito ordito
di architettura di passi sicuri!
E le orme che lasci…
saranno anche le mie…
di certo, più avanti, molto più in là…

Lucia Barbagallo II B Liceo Classico – “G. Carducci” – Comiso (RG)