Le statistiche dell’Expo

Il 31 ottobre,  la manifestazione dell’Expo si è conclusa. Dopo mesi di file, padiglioni e tante foto, l’esposizione universale di Milano chiude definitivamente. Vediamo, in queste righe, l’evento in cifre. Il numero dei visitatori ha superato i 20 milioni di cui 2 milioni stranieri. La settimana da record è stata quella dal 5 all’11 ottobre, con circa 1 milione di  ingressi in 7 giorni, (tra i padiglioni  non si riusciva quasi a camminare!). Secondo le prime stime di Coldiretti (la maggiore associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana), gli Italiani hanno speso 2,3 miliardi di euro per visitare l’Expo, tra viaggi, alloggi, ingressi, consumazioni varie e l’85 per cento di loro hanno considerato l’esperienza positiva. I Paesi che hanno partecipato a questa esposizione universale sono stati 140 e per la prima volta l’Africa è stato il continente più rappresentato,  con 39 Paesi. L’Albero della vita (simbolo del Padiglione d’Italia) resterà a Milano ma ci si pone una domanda: che cosa rimarrà dei 54 padiglioni? Alcuni saranno “riciclati”  nei paesi d’origine, altri verranno battuti all’asta ed, a tal proposito, l’Angola si è aggiudicata il premio per il miglior padiglione. La prossima Expo, dedicata all’energia, sarà tra due anni ad Astana, la capitale del Kazakistan e sarà un’esposizione internazionale e tematica.  Il prossimo evento universale è stato fissato invece per il 2020 a Dubai. Le cifre dell’Expo Milano 2015 quindi  hanno dimostrato che l’evento ha avuto un gran successo di pubblico ed ha portato grandi novità, molte attrazioni e tante curiosità folcloristiche e culturali.

LUCA INDELICATO

CLASSE TERZA A

ISTITUTO COMPRENSIVO SINOPOLI FERRINI ROMA