usr-lombardia

L’Europa inizia a Lampedusa

Il 3 ottobre 2013, al largo dell’isola di Lampedusa, uno dei naufragi più tragici della storia del  Mediterraneo. Circa quattrocento migranti persero la vita tentando la traversata del lembo di mare che divide gli orrori della guerra e della miseria dalla salvezza: la penisola italiana. Da allora, centinaia di migliaia di persone per sfuggire a persecuzione e soprusi, dalle coste del Nord Africa, su mezzi spesso di fortuna, hanno attraversato le poche miglia d’acqua, spesso trovando soccorsi, a volte andando incontro a una fine tragica.

Con una legge del 2016 è stata istituita, nella data del 3 ottobre, la Giornata Nazionale per le Vittime dell’Immigrazione, per ricordare quanti hanno perso la vita nel disperato viaggio verso il nostro Paese e per sviluppare nelle giovani generazioni un senso forte di solidarietà e consapevolezza civica nei confronti di tali emergenze.

Il Miur ha promosso una specifica progettualità relativa al fenomeno  migratorio, finanziata dal Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (Fami) del Ministero degli Esteri. Il bando, rivolto a studenti, docenti, dirigenti scolastici e famiglie, giunto alla seconda edizione, invita le comunità scolastiche ad affrontare e a discutere questi temi al fine di diffondere la cultura dell’informazione e dell’accoglienza.  L’azione progettuale si concluderà con un evento finale il prossimo 3 ottobre a Lampedusa, dove circa duecento studenti provenienti dall’Italia e dall’Europa si incontreranno per quattro giorni, sviluppando attività laboratoriali volte ad approfondire e a condividere i temi dell’accoglienza e del dialogo fra i popoli. L’Usr Lombardia ha attivato tutte le procedure per condividere e diffondere nelle proprie scuole questo tema e favorire la più ampia adesione al bando, in un’ottica di una completa integrazione e inclusione.