mondoscuola

“Miglioriamo la nostra scuola”. Hackathon al Palumbo di Brindisi

ROMA – E’ iniziato ieri l’hackathon “Miglioriamo la nostra scuola” presso il Liceo delle Scienze Umane e Liceo Linguistico “Ettore Palumbo” di Brindisi.

Si tratta di una maratona progettuale di 24 ore, realizzata in contemporanea con 31 istituti italiani nell’ambito del progetto Wayouth Hack promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione.

A sfidarsi sono 88 studenti, divisi in 11 team, che con l’ausilio di 8 mentor cercheranno, attraverso ricerche, progettazioni e dibattiti , di arrivare ad una soluzione per risolvere una problematica

Le sfide, esposte da Sara Distante, Wayouth Head della scuola, sono tre e tutte includono servizi digitali affini al Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) e sono:

  • Scuole digitali: come migliorare l’offerta formativa mediante la tecnologia
  • Peer2.0Peer: come stimolare il rapporto tra teenager e apprendimento mediante la tecnologia
  • Alternanza Scuola-Lavoro: nuove proposte interamente pensate dagli studenti.

Nella giornata di ieri i ragazzi hanno lavorato in postazione e tra osservazioni sulla sfida, co-generazione, azione e integrazione. Hanno pensato ad una possibile soluzione alla tematica assegnata. L’attività continuerà di sera nelle proprio case come lavoro autonomo.

Oggi i gruppi continueranno la realizzazione dei vari progetti precedentemente elaborati. Questi saranno presentati in mattinata alla commissione che valuterà le proposte, decretando un vincitore. Il gruppo vincente presenterà allo stesso modo il proprio progetto a Roma,che verrà valutato a livello nazionale.