giornalisti-in-erba

Il mio gatto Fufy

Caro Samuele, Casoli, 12 gennaio 2016

Sono il tuo gatto Fufy che ti scrive una lettera. Vivo a casa tua da tanti anni e la conosco molto bene. Molto spesso, nei tuoi confronti, mi comporto male perché vorrei rimanere un po’ da solo con te. Le mie giornate più belle le trascorro mangiando mattina e sera e dormendo quasi tutto il pomeriggio. Di solito mangio le crocchette e, quando tu sei generoso, mi dai il pesce. Vorrei, però, dormire dentro la tua camera, sul to letto vicino a te e, infine, vorrei cibo migliore di quello che mi dai adesso.

Mi raccomando prendi in considerazione le mie richieste.

Miao Il tuo gatto Fufy


 

RISPOSTE

 

Caro Fufy,

ho apprezzato molto la tua lettera.

Io ti vorrei tenere dentro però mamma non vuole perché lei odia gli animali che vivono in casa.

Ma tra non molto avrai un nuovo amico: un pastore tedesco.

Spero che andrete d’accordo. Un giorno giocheremo tutti insieme. Cerca di non dormire più sul tappeto di casa e non rovinare le piante. Ti prometto di coccolarti di più.

Ora devo andare.

BACI, la tua Gina.


Casoli ,13 gennaio 2016

Tu lo sai quanto sono legato a te. Mi piace quando mi guardi dal davanzale della finestra. Tu, mi hai dato una grande gioia quando hai partorito Puma, ma una cosa che non sai, è che mia madre è allergica al tuo pelo. Vorrei tanto farti dormire sul divano, tenerti dentro la mia camera vicino me e farti tutte le coccole che meriti. Ma come faccio a farti capire che non posso? Mi dispiace tanto che la tua cuccia è sistemata in garage ma quando andrò a vivere da solo di sicuro tu starai dentro casa mia sempre vicino a me!

Ciao Samuele 2’C

 

GINA STAN E SAMUELE RUCCI
CLASSE 2^C
SCUOLA SEC. DI I GRADO CASOLI
ISTITUTO COMPRENSIVO “G. DE PETRA” CASOLI – (CH)