giornalisti-in-erba

Napoli campione d’inverno

 

Il Napoli aggiudicandosi la vittoria per 5-1 contro il Frosinone e dopo la sconfitta di Fiorentina e Inter, si è aggiudicato il titolo di campione d’ inverno in solitaria.
I tre punti di Frosinone li ha ottenuti in scioltezza vincendo 5-1, dominando senza stancarsi troppo. È stata una bella partita, per il gioco e per la qualità del palleggio. Uno spettacolo esaltante reso ancora più entusiasmante dalle cinque reti.
La partita inizia e dopo 20 minuti Albiol, con un tiro al volo su cross di Hamsik, la insacca firmando così l’1-0. Dopo il gol d’apertura, Higuain si scatena e segna una doppietta alla Maradona: la prima marcatura arriva a seguito di una incursione in area di rigore che gli vale il calcio dal dischetto, facendo scatenare i tifosi napoletani; la seconda, scartando facilmente tutta la difesa compreso il portiere e tirando a porta vuota.
C’è solo il Napoli in campo, nel secondo tempo. Hamsik rende speciale la sua prestazione al 14’, quando si invola verso l’area avversaria e segna con un gran sinistro dal limite. Il pallone gira che è una meraviglia con passaggi precisi con la squadra partenopea che sbaglia poco o niente. Sbaglia, invece, Blanchard in uscita dando la possibilità a Gabbiadini di segnare un eurogol al 26’. Finale illuminato da una prodezza di Sammarco al 36’ che ha reso il pomeriggio domenicale meno amaro al Frosinone.
Il Napoli ha meritato il suo primo posto in classifica grazie alla fedeltà di Hamsik, al talento di Higuain ed al valore di Reina, aiutato dall’estro di Insigne o di Callejon o di Mertens o di Gabbiadini e dalla fisicità di Allan e di Ghoulam. Poi c’è il desiderio e la libertà di creare, grazie all’allenatore Sarri, un calcio gioioso… alla napoletana.

Michelangelo Toti
Scuola Secondaria di 1° grado “Puccini” di Firenze