mondoscuola

Il Petrarca legge Dante

Roma – Si conclude quest’anno, con la lettura integrale del Paradiso, la proposta alla cittadinanza di una riscoperta della Divina Commedia in concerto. I versi di Dante, sonanti e memorabili, riaffiorano con immediatezza alla mente di tutti.

Forse il Paradiso è un po’ meno noto dell’Inferno e del Purgatorio, eppure, se anche è ricco di impegnative diatribe teologiche, riserva la sorpresa di molte immagini suggestive ed è improntato, più delle prime due cantiche, ad una forte partecipazione intellettuale ed emotiva dell’autore: basti pensare alla costante presenza di Beatrice e al sublime canto XXXIII, che conclude l’opera con l’adesione dell’intelletto e della volontà di Dante a Dio.

La manifestazione si terrà in piazza Cavana venerdì 15 settembre, a partire dalle 16.30: si alterneranno nella lettura dei 33 canti allievi ed ex allievi del Liceo Petrarca, tra cui figurano esponenti di rilievo della vita culturale e politica triestina. L’organizzazione è a cura del Liceo Petrarca, in coorganizzazione con il Comune di Trieste ed in collaborazione con l’Associazione ex allievi del Liceo Petrarca e la Scuola di Musica55, che fornirà il supporto tecnico e uno spazio alternativo in caso di maltempo.