mondoscuola

Pluto, al Gran Sasso percorso didattico sui bocconi avvelenati

ROMA – Far riflettere bambini e ragazzi sul pericolo rappresentato dai bocconi avvelenati per la conservazione di molte specie di mammiferi e rapaci.

Questo l’obiettivo del progetto ‘Life13NAT/IT/000311-Pluto’, che nel corso dell’anno scolastico 2017-2018 ha coinvolto piu’ di 600 studenti. Il programma didattico ha previsto una prima fase di sensibilizzazione e informazione degli insegnanti, cui sono seguiti interventi in 35 classi del territorio del Parco Nazionale Gran Sasso-Laga.

Gli alunni del secondo ciclo della scuola primaria e delle classi prime e seconde della scuola secondaria di I grado, hanno imparato a conoscere il mondo dei grandi carnivori e dei rapaci necrofagi, e la funzione dei Nuclei Cinofili Antiveleno che lavorano per la loro protezione. Gli studenti sono stati coinvolti in giochi e progetti pratici come la composizione di cartelloni dedicati agli animali vulnerabili all’uso del veleno.

Un percorso che si concludera’ con una dimostrazione dei Nuclei Cinofili Antiveleno del Parco, che mostreranno come lavorano nell’addestramento dei propri cani e nell’attivita’ di ricerca dei bocconi avvelenati. I lavori prodotti dagli studenti potranno essere candidati ad un concorso in cui verranno premiati tutti gli alunni partecipanti e gli autori dei poster piu’ apprezzabili. Per tutte le altre classi partecipanti al progetto sara’ consegnata una targa che identifica la ‘Classe amica di Pluto’.