mondoscuola

Roma, arte e fisica si incontrano a “Fisicamente”

ROMA – Cosa hanno in comune l’arte e la fisica? Di questo si e’ parlato nell’Aula 4 del Dipartimento di Fisica della Sapienza di Roma, in occasione di ‘FisicaMente – Dialoghi ed esperimenti tra fisica e arte’. Il progetto – presentato da Wunderbar Cultural Projects in collaborazione con il Dipartimento di Fisica e Museo di Fisica dell’Universita’ La Sapienza di Roma – si e’ aperto con il workshop, dedicato agli studenti, di Leonardo Petrucci, artista visivo.

“Parte tutto dalla scintilla o dall’impulso dell’artista”. Cosi’ all’agenzia Dire, Petrucci. “Ho fatto realizzare in India dei tappeti su cui ho fatto riprodurre fedelmente le fotografie della NASA del suolo marziale. – ha raccontato l’artista – La funzione del tappeto e’ essere calpestato. Io l’ho decontestualizzato: anziche’ riprodurre fiori o forme geometriche ho scelto fotografie del suolo marziale, grazie alla tecnologia ultra contemporanea”.

Ma dove si manifesta la relazione tra ricerca scientifica e arte?

“Qui, l’impulso artistico risiede nella mia idea di partenza, un’idea pionieristica: tu che calpesti il tappeto sei il primo uomo ad aver camminato su Marte”.

Ecco tutti gli eventi in programma al Dipartimento e Museo di Fisica (Edificio Fermi) della Sapienza:

17 maggio – Talk ‘La creativita’ della scienza e la scienza della creativita’: fisici e artisti a confronto. L’evento sara’ aperto anche al pubblico (dalle 15.00 alle 18.00, Aula 4).

21 maggio – Workshop con Jose’ Angelino, artista visivo e fisico di formazione (dalle 14.00 alle 18.00, Aula 3/4).

28 maggio – Workshop con Elena Bellantoni, artista visiva, performer e docente. La Bellantoni condurra’ gli studenti in un doppio percorso che si snoda tra le aule e il Museo di Fisica del Dipartimento (dalle 14.00 alle 18.00, Aula 3/4). L’iniziativa fa parte del programma di ‘Eureka! Roma 2018’ promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con Siae.