mondoscuola

Sabatini (USR Molise): “Giovani realizzino Europa padri fondatori”

Isernia – “Il nostro obiettivo e’ quello di portare i nostri giovani al dialogo diretto con le piu’ importanti istituzioni del nostro Paese. In particolare oggi ospitiamo l’ex presidente Giuliano Amato per parlare di giovani, democrazia ed Europa, una tematica ampia che abbraccia il presente e il futuro della nostra societa’, soprattutto dei nostri giovani perche’ e’ solo da loro che possiamo pensare di partire per realizzare un orizzonte diverso da quello che oggi vediamo, ovvero dare la possibilita’ all’Europa che era nelle menti dei padri fondatori di avere la sua vera esplicitazione”. Cosi’ a Diregiovani Anna Paola Sabatini, dirigente titolare dell’Ufficio scolastico regionale del Molise commenta l’incontro di stamattina tra gli oltre 700 studenti molisani provenienti da tutta la regione e il giudice costituzionale, gia’ presidente del Consiglio, prof. Giuliano Amato, invitato a tenere una lectio magistralis su ‘Giovani, Democrazia, Europa’.

L’evento si inserisce in un progetto di due giornate dedicate ai temi della legalita’ e delle istituzioni, la prima delle quali si e’ tenuta lo scorso 18 ottobre a Campobasso e ha visto circa 700 studenti dialogare di mafia e lotta alle mafie con il presidente del Senato Pietro Grasso. Obiettivo dell’iniziativa e’ favorire lo sviluppo di una coscienza civica e di un forte senso dello Stato ed educare alla legalita’. “Solo i ragazzi – aggiunge Sabatini – sono davvero in grado di relazionarsi tra di loro con un dialogo autentico che vada al di la’ di muri e diversita’ e di realizzare un’integrazione autentica che non sia annullamento ne’ assimilazione delle proprie identita’”. Il compito dei ragazzi in un periodo in cui l’Europa sta vivendo contemporaneamente crisi economica, delle istituzioni e umanitaria dei migranti e’, secondo Sabatini, “lavorare e investire su se stessi, impegnarsi in una formazione che sia veramente qualificante. Il nostro compito – aggiunge – e’ quello di fornire loro una formazione di qualita’. Questa e’ la vera scommessa”. Centrale per le scuole del Molise e’ stato anche il tema dell’accoglienza dei migranti che Sabatini ha sottolineato a Diregiovani citando “la partecipazione il 3 ottobre scorso nel corso della giornata per le vittime dell’immigrazione all’Europa comincia a Lampedusa”.