giornalisti-in-erba

Scoperti nuovi pianeti abitabili: possibile la presenza di vita aliena

 

Di recente è stato scoperto un nuovo trio di pianeti abitabili tutti situati vicino alla nana rossa ultrafredda 2MASSJ23062928-0502285, che è grande un decimo del Sole e ha una temperatura compresa tra 2500° e 5000°. Sono a 40 anni luce da noi, dunque molto vicini in termini astronomici. Questi “cugini” della Terra scoperti con il TRAPPIST (TRAnsiting Planets and PlanetesImals Small Telescope ), montato a 2400 metri di altitudine nell’osservatorio australe europeo (ESO) che ha un diametro di 60 cm simile a quello di Kepler, i tre pianeti sono nella fascia di abitabilità, ovvero hanno la giusta combinazione di temperatura e luce adatte per la vita e hanno le dimensioni di Marte e Venere. I primi due pianeti in questione hanno un periodo orbitale rispettivamente di 1,5 giorni e 2,4 giorni corrispondenti a 36 e 51 ore, mentre il terzo gira su se stesso in un periodo compreso tra 4,5 e 73 giorni. Anche la distanza fra i pianeti è favorevole, insomma sono pianeti idonei in cui cercare la vita aliena e potrebbe essere un’alternativa alla nostra cara Terra in casi estremi, anche se i pianeti ricevono il doppio della luce dalla loro stella di quanta ne riceva la Terra dal Sole. Abituarsi alla vita su quei pianeti sarebbe molto difficile poiché un giorno dura più di 24 ore, e penso che le per noi terrestri sia scomodo rimanere svegli per molto tempo. È possibile anche che ci sia vita aliena su questi pianeti, confermando così “il mito” degli alieni, che siamo in attesa di incontrare dall’inizio della nostra storia.

Cosimo Barducci
Scuola Secondaria di primo grado “Puccini” di Firenze